AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca e sfrutta l'esperienza e la competenza dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni. Scopri di piùModa

Balzo record per gli utili Inditex (Zara), titolo strappa in Borsa a Madrid

Risultato raggiunto nonostante l'impennata dell'inflazione, che ha aumentato i costi di produzione e di trasporto e ha pesato sui margini del gruppo tessile, e nonostante l'impatto della guerra in Ucraina sull'attività

di Chiara Di Cristofaro

(Reuters)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Balzo record degli utili nel primo semestre e il titolo del gruppo Inditex, proprietario tra gli altri del marchio Zara, corre in Borsa a Madrid. Il colosso spagnolo della moda retail e ha registrato utili in crescita del 41% nel primo semestre, nonostante l'elevata inflazione e la chiusura dei negozi russi a causa della guerra in Ucraina. «I dati del trimestre sono rassicuranti dopo le recenti delusioni che il settore ha riservato agli investitori», commentano gli analisti di Ubs che sottolineano la conferma di un margine lordo stabile e un'attività corrente che resta solida ed è anche più forte per le collezioni autunno/inverno.

Al 31 luglio, Inditex ha generato un utile netto di 1,79 miliardi di euro, contro gli 1,27 miliardi della prima metà del 2021. Il dato, che il gruppo definisce «record», è leggermente superiore alle aspettative degli analisti, che si aspettavano 1,77 mld. Il risultato si spiega con un «modello economico che opera a pieno regime», dice in un comunicato il direttore generale di Inditex, Oscar García Maceiras, che in primavera ha sostituito lo storico direttore del gruppo Pablo Isla. Nei primi sei mesi dell'anno le vendite del colosso del prêt-à-porter hanno raggiunto i 14,84 miliardi di euro, in crescita del 24,5%, mentre l'utile operativo (Ebitda) ha raggiunto 4,03 miliardi, ovvero il 30% in più rispetto al 2021. I risultati sono stati raggiunti nonostante l'impennata dell'inflazione, che ha aumentato i costi di produzione o di trasporto e ha pesato sui margini del gruppo tessile, e nonostante l'impatto della guerra in Ucraina sull'attività.

Loading...

Il gruppo spagnolo, proprietario di otto marchi, tra cui Bershka e Massimo Dutti, ha deciso all'inizio di marzo di sospendere l'attività nei suoi 502 negozi in Russia, uno dei suoi mercati principali dopo la Spagna. Inditex, numero uno al mondo per l'abbigliamento economico retail, davanti alla svedese H&M e alla giapponese Uniqlo, ha accantonato nel primo trimestre 216 milioni di euro per la situazione in Russia, cifra che dovrebbe coprire il deficit dovuto a queste chiusure nel complesso dell'anno. Secondo Inditex, il blocco delle vendite in Russia, dove l'azienda ha realizzato il 10% del fatturato, è stato compensato dall'apertura di nuovi negozi e dall'aumento delle vendite online.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti