Filosofia radicale

Banca Etica pioniera in Italia dell’investimento solidale

di Lucilla Incorvati

2' di lettura

Tra chi è stato pioniere in fatto di sostenibilità c’è Banca Etica. Un istituto nato 22 anni fa, prima ancora della forte accelerazione impressa dall’opinione pubblica, sempre più preoccupata per le conseguenze dei cambiamenti climatici, e prima ancora che la Ue intervenisse su più fronti, inclusa la regolamentazione delle attività finanziarie che vogliano definirsi sostenibili. «Noi ci differenziamo - sottolinea Anna Fasano, presidente di Banca Etica- perché operiamo in modo sostenibile in modo radicale sin dalla fondazione. Banca Etica è nata con lo scopo specifico e dichiarato di impiegare le risorse di risparmiatori e investitori per sostenere attività economiche con impatti positivi sull’ambiente e sulle persone».

Banca Etica, così come molte altre banche di medie e piccole dimensioni attive in Europa e riunite nella Federazione europea delle banche etiche e alternative (Febea), ha come scopo principale il finanziamento di persone, organizzazioni e imprese che si impegnano a produrre beni e servizi riducendo al massimo gli impatti ambientali e a promuovere i diritti delle persone. Sui rischi ambientali e sociali nell’ambito dei parametri che puntano a migliorare concessione e monitoraggio dei finanziamenti Banca Etica ha una policy del credito che si è evoluta nel tempo, mettendo sempre al centro gli impatti sociali e ambientali delle attività finanziate.

Loading...

Alla nascita, nel 1999, Banca Etica aveva già definito alcuni settori esclusi dalla possibilità di accedere ai suoi finanziamenti (carbone, petrolio, armi, allevamenti intensivi). «Inizialmente si era scelto di finanziare esclusivamente le realtà del terzo settore attive in progetti di cooperazione sociale, internazionale, welfare per le persone più fragili -aggiunge Fasano -. Negli anni ci siamo aperti ad altre imprese sociali capaci di creare sviluppo in settori quali l’energia rinnovabile, il turismo sostenibile, l’agricoltura biologica, la promozione della cultura e dello sport, l’innovazione sociale. Abbiamo sviluppato un sistema di valutazione degli impatti socio-ambientali che affianca l’istruttoria economica per i finanziamenti ».

Anche negli investimenti Esg (attenti ai fattori ambientali, sociali e di governance) Banca Etica è fra i pionieri. Nel 2000, poi, è diventata gruppo bancario, dando vita a Etica Sgr: la prima società di gestione del risparmio che propone esclusivamente fondi comuni di investimento etici. Non stupisce quindi la sua presenza fra i Leader della sostenibilità 2021 Sole 24 Ore-Statista.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti