ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùFinanziari

Banche ancora sotto pressione, Nexi entra ed esce da volatilità

I titoli del comparto sono tra i più bersagliati alla luce dei timori legati alla stretta di politica monetaria e ai suoi possibili impatti sull'economia, nonché delle forti vendite sui titoli di Stato

di Paolo Paronetto

(IMAGOECONOMICA)

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Settore finanziario ancora nel mirino delle vendite a Piazza Affari. I titoli del comparto sono tra i più bersagliati alla luce dei timori legati alla stretta di politica monetaria e ai suoi possibili impatti sull'economia, nonché delle forti vendite sui titoli di Stato. Tra i principali titoli milanesi, Nexi è arrivata a perde anche oltre otto punti, dopo essere anche entrata e uscita varie volte dall'asta di volatilità. Il titolo è sotto i riflettori anche per la possibile cessione a Euronext della divisione Capital Markets, in base a quanto rivelato dal Sole 24 Ore.

Si tratta, spiegano gli analisti di Equita, di «un business già indicato come non core e presente nel portafoglio Sia che riguarda fra le altre cose, un trading engine per i mercati primari e secondari fixed income e servizi di bookbuilding per le Ipo». Il prezzo indicato dalle indiscrezioni è di circa 60 milioni ed è «coerente» con le stime degli analisti. Tornando al FTSE MIB, le vendite colpiscono le banche, con Intesa Sanpaolo tra le peggiori della seduta, mentre non va molto meglio anche a Banca Pop Er, Banco Bpm e Unicredit, ma neppure ai titoli del risparmio gestito, con Banca Mediolanum e Finecobank in discesa.

Loading...


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti