ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBorsa

Banche male con BTp sotto pressione. Mps giù dopo ok Bce all'aumento di capitale

Il rendimento dei titoli italiani a 10 anni sfiora il 4%. Giù le azioni di Siena: in arrivo l'iniezione da 2,5 miliardi di euro

di Andrea Fontana

(EPA)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - I titoli dei gruppi bancari sono tra i più colpiti di Piazza Affari complice la sessione negativa dei listini e anche i movimenti dei titoli di Stato con il BTp sotto pressione e vicino a un rendimento del 4% sulla scadenza di 10 anni. L'indice Ftse Italia Banche arretra del 3% a fronte di un calo più contenuto del FTSE MIB e tra le big del listino Unicredit, Banco Bpm e Banca Pop Er perdono oltre tre punti percentuali. Mentre il mercato guarda alla Bce e alla decisione sui tassi di interesse, sul tavolo un rialzo dei tassi di 50 o di 75 punti base, l'escalation della tensione sul gas sta facendo temere ulteriormente per la tenuta dell'economia del Vecchio Continente nei prossimi mesi e questo si riflette in una avversione al rischio generale in Europa. Sul mercato dei governativi soffrono soprattutto i titoli di Stato italiani: il BTp a 10 anni ha un rendimento del 3,95% dal 3.84% segnato venerdì in chiusura e il movimento sta allargando lo spread con il Bund tedesco a 238 punti base dopo un massimo segnato a 240 in mattinata.

Mps: arriva l'ok Bce, il 15/9 assemblea sull'aumento

Tornando a Piazza Affari, è Banca Mps il titolo più penalizzato nel settore bancario con una flessione del 4,3%. Dalla Banca centrale europea è arrivato questa mattina il via libera all'operazione di rafforzamento patrimoniale mediante un aumento di capitale da 2,5 miliardi di euro che sarà all'ordine del giorno dell'assemblea degli azionisti del prossimo 15 settembre. Le risorse serviranno a rafforzare la posizione di capitale della banca con un Cet1 fully loaded previsto al 2024 al 14,2% dall'11% dell'esercizio 2021 e andranno a supporto di un piano industriale che stima 820 milioni di costi di ristrutturazione e 350 milioni di investimenti in IT. Il ministero dell'Economia e delle Finanze, socio di controllo con il 64,2% del capitale, ha dato disponibilità ad aderire all'operazione per la quota di sua competenza. Attualmente la capitalizzazione di Borsa di Mps è di 300 milioni di euro.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti