ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùborsa & finanza

Banche sotto tiro in tutta Europa, a Milano Unicredit e Mediobanca le peggiori

A Parigi Societe Generale è arrivata a perdere anche 8 punti, a Francoforte Deutsche Bank ne cede sei. Prese di beneficio su tutto l'azionario, ma i finanziari subiscono anche l'ulteriore stop ai dividendi fino al gennaio 2021

di Chiara Di Cristofaro

default onloading pic
(Bloomberg)

A Parigi Societe Generale è arrivata a perdere anche 8 punti, a Francoforte Deutsche Bank ne cede sei. Prese di beneficio su tutto l'azionario, ma i finanziari subiscono anche l'ulteriore stop ai dividendi fino al gennaio 2021


2' di lettura

Pioggia di vendite sulle banche in tutta Europa con l'Eurostoxx di settore che perde più del 4%. Dopo il rally, sono scattate le prese di beneficio su tutto l'azionario, vendite sul petrolio, acquisti sul dollaro, con un improvviso ritorno di avversione al rischio che colpisce i settori che erano saliti maggiormente. Le banche e i titoli finanziari, poi, subiscono l'ulteriore stop ai dividendi fino al gennaio 2021. Sotto pressione a Milano Unicredit, che era stata anche fermata in asta con un calo del 6%, ma vanno male anche Mediobanca, Banca Mediolanum, Intesa Sanpaolo, Ubi Banca, Azimut e Bper Banca. A Francoforte Commerzbank perde il 7% e Deutsche Bank il 6%, mentre a Parigi Societe Generale crolla dell'8%.

L’European Systemic Risk Board, organo di supervisione della Bce, ha deciso di integrare le precedenti iniziative intraprese da Bce, Eba ed Eiopa emettendo una nuova raccomandazione sulla restrizione al pagamento dei dividendi fino al primo gennaio 2021. Lo ha annunciato Christine Lagarde all’Europarlamento, in qualità di presidente dell’Esrb. La raccomandazione si applica a banche, imprese di investimento e assicurazioni e raccomanda la sospensione dei dividendi, riacquisto di azioni proprie e pagamento delle remunerazioni variabile, mentre non include il pagamento delle cedole degli At1, che non sono quindi a rischio dal punto di vista regolamentare. «La decisione conferma la nostra view già espressa a fine marzo - scrivono gli analisti di Equita - quando la Bce aveva sospeso il pagamento dei dividendi, che verranno quindi destinati a riserva. La notizia aumenta i rischi sul pagamento della seconda tranche di dividendo da parte di Generali (3% yield) e su quello di Unipol (5,7%)».

Loading...

Inoltre, sulle banche italiane, pesa anche l'indiscrezione di stampa secondo cui l'Antitrust, al termine di una prima fase di istruttoria, avrebbe ritenuto che non ci sono le condizioni per il via libera all'Ops di Intesa Sanpaolo su Ubi Banca. L'operazione ha avuto la scorsa settimana l'ok della Bce. Gli analisti di Equita sottolineano comunque che quello dell'Antitrust è un giudizio «preliminare suscettibile di essere modificato: è ragionevole attendersi che Intesa presenti le proprie controdeduzioni e/o eventuali piani alternativi di cessione in modo da garantirsi il rispetto delle condizioni richieste rimuovendo un ostacolo che non consente la partenza dell`Ops sul mercato».

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti