ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDopo i risultati degli spread

Banco Bpm corre in Borsa, Bce lima le richieste per il 2019

di Andrea Fontana


(REUTERS)

1' di lettura

Banco Bpmè la migliore tra le banche di Piazza Affari approfittando delle indicazioni emerse dalla pubblicazione dei requisiti patrimoniali Bce per il 2019. Alla luce di quanto comunicato finora dai big del credito italiano, solo per l'istituto guidato da Giuseppe Castagna Francoforte ha abbassato le richieste rispetto all'anno precedente. Il requisito da rispettare nel 2019 è del 9,31% a livello di Common Equity Tier 1 (9,25% +0,06% di riserva O-SII) e di 12,81% nel Total Capital Ratio e include una richiesta del requisito di Pillar2 al 2,25% dal 2,50% precedente. Requisiti confermati invece nel caso di Unicredit, Intesa Sanpaolo e Ubi.

Assiom Forex, Castagna: per Banco Bpm, il 2019 sarà una full immersion nella redditività

«È evidente, secondo noi, che il notevole sforzo di accelerazione del derisking effettuato a fine anno con il progetto Ace, ancorché formalmente non incorporato nel processo Srep che si è concluso a inizio dicembre, ha tuttavia influito favorevolmente sul risultato finale», è il commento di Equita Sim. Al 31 dicembre, tenendo conto delle operazioni legate alla riorganizzazione del credito al consumo e al progetto Ace, il Cet1 phased-in di Banco Bpm è al 13,5%. Le quotazioni di Banco Bpm beneficiano oggi anche di un comparto bancario molto vivace (qui l'indice Ftse Italia Banche) con uno spread in restringimento a 284 punti base (2,94% il rendimento del decennale BTp).

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti