ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRisiko bancario

Banco Bpm corre, torna al centro appeal speculativo da M&A

Gli analisti di Mediobanca hanno alzato la raccomandazione sul titolo ad "outperform" con target di prezzo a 3,6 euro, ritenendo che abbia potenzialità di crescita in quanto l'istituto potrebbe essere il target di una operazione straordinaria

di Flavia Carletti

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Banco Bpm corre a Piazza Affari sul rinnovato appeal speculativo in ottica M&A. I titoli del gruppo bancario guidano il FTSE MIB dopo che gli analisti di Mediobanca hanno alzato la raccomandazione su Banco Bpm ad "outperform" con target di prezzo a 3,6 euro, ritenendo che il titolo abbia potenzialità di crescita in quanto l'istituto potrebbe essere il target di una operazione straordinaria, ritenendo che la sua attuale valutazione rappresenti un «livello di ingresso abbastanza convincente» appunto per un target. Già più volte nei mesi scorsi l'istituto guidato da Giuseppe Castagna (in foto) era stata al centro di indiscrezioni e prima della guerra in Ucraina si erano rincorse voci sulla stampa di una possibile offerta da parte di Unicredit, poi mai materializzatasi. Nei giorni scorsi poi c'è stata la mossa del Crédit Agricole, diventato primo azionista di Banco Bpm con una quota del 9,2% del capitale. In questo quadro, ricordano gli analisti di Piazzetta Cuccia, si inserisce il futuro del business di bancassurance di Banco Bpm, che potrebbe essere una chiave di volta per il destino stand-alone o meno dell'istituto. Ieri, La Repubblica ha scritto che Crédit Agricole ha presentato una proposta non vincolante per l'acquisto delle joint venture assicurative che mira da una parte a proteggere l'alleanza nel credito al consumo relativa ad Agos (61% Agricole, 39% Banco Bpm) e dall'altra a estendere l'asse con Banco Bpm vendendo polizze assicurative. Nei giorni scorsi anche la francese Axa si è fatta avanti per il business delle polizze di Banco Bpm. Le alleanze assicurative in essere da parte della banca riguardano Bipiemme Vita con Covea, su cui Banco Bpm ha già annunciato l'esercizio della opzione call per l'acquisto dell'81%, e Vera Assicurazioni con Cattolica su cui può esercitare una medesima opzione sul 65% nella prima metà del 2023. E proprio un accordo con vincoli troppo stringenti in questo campo, per Mediobanca potrebbe essere un ostacolo a una eventuale offerta da parte di Crédit Agricole o di altri potenziali acquirenti.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti