ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl convegno digitale del Sole 24 Ore

Banda ultralarga 2026, Ascani: per cablatura serve collaborazione del Lavoro

La sottosegretaria al Mise: «per arrivare a compiere tutti quelli che sono gli obiettivi che ci siamo dati dobbiamo lavorare insieme agli operatori, ma anche insieme al ministero del Lavoro»

di Andrea Biondi

Unioncamere, sono un impresa su 3 pronta a opportunità del Pnrr

2' di lettura

La capacità produttiva per poter portare avanti e garantire al 2026 l’infrastrutturazione a banda ultralarga dell’Italia per come previsto a valere sui fondi del Pnrr è questione ben presente al Governo. L’allarme è stato rilanciato solo pochi giorni fa dal ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti. Anna Ascani, sottosegretaria al Mise, va dritto al punto durante il suo intervento al convegno digitale del Sole 24 Ore “Pnrr, agenda 2022: l’anno della svolta”: «Gli operatori di mercato più volte ci hanno detto che c’è un problema di manodopera». E così, «per arrivare a compiere tutti quelli che sono gli obiettivi che ci siamo dati dobbiamo lavorare insieme agli operatori, ma anche insieme al ministero del Lavoro».

Transizione digitale, budget da 50 miliardi

Sul tema della transizione digitale sono dedicati 23,9 miliardi del Pnrr, anche se altre missioni hanno una quota per le componenti digitali che fanno salire la cifra sui 50 miliardi. «Siamo solo all’inizio – spiega Paolo De Rosa, Chief technology officer del Dipartimento per la Trasformazione digitale – ma stiamo tenendo un ottimo passo. Pochi giorni fa sono stati pubblicati i primi sette bandi pubblici rivolti alle amministrazioni locali per supportare la migrazione al cloud, l’adozione di modelli per implementare i servizi pubblici digitali, accelerare l’adozione dell’identità digitale e rafforzare il sistema di pagamento pagoPA-AppIO».

Loading...

Il cloud

Il cloud, al centro del progetto del Polo strategico nazionale, è un punto oggi molto dibattuto. «Il cloud è garanzia di velocità, scalabilità e flessibilità ma sempre di più serve definire regole di gestione di dati e processi chiave che tutelino le aziende europee dalle intromissioni di governi stranieri», ha affermato Mariangela Ziller, direttore vendite Deda Cloud, che fa capo a Dedagroup, tra i principali gruppi tecnologici in Italia con headquarter a Trento. «Senza chiudersi in antistorici sovranismi è quindi importante sviluppare consapevolezza, sostenendo le produzioni tecnologiche europee e limitando la dipendenza globale».

Osservatorio PNRR

Notizie e analisi

Il monitoraggio del Sole 24 Ore sullo stato di avanzamento del Piano nazionale di ripresa e resilienza attraverso notizie, analisi, documenti e video, un puntuale lavoro di monitoraggio dello stato di avanzamento. Vai all'Osservatorio

Numeri e infografiche

Una serie di infografiche navigabili per conoscere nel dettaglio tutte le facce del PNRR: le missioni, i costi, gli obbiettivi da centrare semestre per semestre. Vai alla sezione numeri e infografiche

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti