Famiglie e studenti

Bando del Comune di Milano per fornire 50 moduli prefabbricati alle scuole

di Redazione Scuola

1' di lettura

Il Comune di Milano per la riapertura delle scuole a settembre avrà bisogno di 50 strutture temporanee per accogliere i bambini rispettando il distanziamento imposto dall'emergenza sanitaria. Per questo l'amministrazione ha pubblicato sul proprio sito l'avviso per individuare le aziende che realizzano queste strutture. L'avviso rimarrà aperto fino al 31 dicembre 2020, ma il Comune potrà avviare la prima procedura ad inviti a partire dal prossimo 22 luglio.

Il bando
L'invito sarà rivolto ad almeno 10 soggetti se sussistono aspiranti idonei. «I poteri commissariali del sindaco - ha spiegato Paolo Limonta, assessore all'Edilizia Scolastica - ci permettono di abbattere i tempi per l'assegnazione, partendo al più presto con la procedura negoziata per la realizzazione delle 50 strutture temporanee necessarie per ospitare le bambine e i bambini».

Loading...

I requisiti
Il Comune ha scelto la fornitura “chiavi in mano” per abbattere, oltre ai tempi dell'assegnazione, anche quelli della realizzazione che rimangono in capo ad un solo soggetto. «Abbiamo anche previsto la possibilità che siano spostate in altri luoghi - ha aggiunto l'assessore - queste strutture servono ora per l'emergenza, ma potranno essere utilizzate per ospitare gli alunni di scuole in cui i lavori di ristrutturazione non permetteranno la presenza di persone e si renda quindi necessario lo spostamento di intere classi». L'importo massimo contrattuale previsto nel primo accordo quadro soggetto a ribasso è stimato in 3,7 milioni di euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati