Nottingham

Banksy, la ragazza con l’hula hoop venduta dal proprietario dell’immobile

Il gallerista John Brandler ha comprato il murale per una cifra a sei zeri, verrà esposta nel Moyse’s Hall Museum di Suffolk

di Marilena Pirrelli

default onloading pic
(Ansa)

2' di lettura

Un collezionista di Banksy ha appena comprato il murale della ragazza con un hula hoop apparso il 13 ottobre 2020 a Nottingham. Il lavoro sarà esposto in una mostra al Moyse's Hall Museum di Bury St Edmunds a Suffolk entro la fine dell’anno. Il mercante d'arte John Brandler della Brandler Galleries nell’Essex ha acquistato il murale della ragazza che gioca con una gomma da bicicletta dichiarando di averlo pagato una somma a sei cifre dai proprietari dell’immobile a Lenton a Nottingham. Non si conosce chi sia il destinatario definitivo dell’acqusto. L’opera apparsa su un muro accanto a una bicicletta incatenata e con una ruota posteriore mancante sembrò un riferimento alla Raleigh Bicycle Company, produttore di biciclette britannico fondata nel 1887, divisione ora della società olandese Accell, icona del design britannico. L'artista ne affermò la paternità giorni dopo con un post su Instagram.

Questa mattina il murale è stato rimosso dal fianco dell’edificio: la “lastra di mattoni” è stata vista tagliata dal muro in Rothesay Avenue. Grande la delusioni degli abitanti del quartiere che avevano sperato che il graffito sarebbe rimasto in città. Il proprietario dell'edificio su cui è apparso il murale, che ha scelto di rimanere anonimo, ha dichiarato a NottinghamshireLive di non volerlo tenere e di aver provato a donarlo agli enti locali, ma che: “le discussioni con le organizzazioni locali, gli enti di beneficenza e gli organismi nazionali” non avevano portato da nessuna parte poiché “nessuno era in grado di impegnarsi a rilevare la proprietà dell'arte”.

Loading...

Gli operai rimuovono il murale di Banksy (Bbc)

Secondo il gallerista Brandler il graffito, che era protetto da una copertura di plastica, rischiava invece di venirne danneggiato. “Se metti Perspex su un'immagine, l'umidità entra nel muro di mattoni e non può sfuggire: il muro ha bisogno di respirare” ha spiegato alla BBC, sottolineando di aver assunto una “società molto specializzata” con esperienza nello spostamento del lavoro di Banksy per tagliare il muro di mattoni e rimuovere l'opera. Ha aggiunto che ora lo sta inviando in Scozia per ripristinarla. Il collezionista misterioso, che ha comprato probabilmente attraverso la mediazione del gallerista, possiede una serie di pezzi dell'artista e ha anche comprato “Seasons Greetings” dal proprietario del garage di Port Talbot dove apparve misteriosamente sui mattoni rossi del muro nel Natale del 2019.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti