Programmi

Barolo città del vino celebra il successo dei grandi rossi

di Raul De Forcade e Filomena Greco

1' di lettura

Una settimana fa il taglio del nastro per Barolo Città Italiana del vino 2021, evento aperto con una cerimonia all’interno del Museo WiMu della città. “Barolo 2021. Racconto infinito” è il titolo scelto per la serie di eventi organizzati per presentarsi come prima “Città Italiana del Vino”, iniziativa promossa dall’Associazione Nazionale Città del Vino e patrocinata dal Mipaaf. Un anno di attività, eventi, mostre e conferenze che si terranno principalmente a Barolo, con diramazioni anche in altri comuni delle Langhe e del Roero.

In occasione della cerimonia è stata inaugurata l’esposizione “Vigna magica a Barolo” ospitata nella sala degli Stemmi del castello Falletti, lungo il percorso del Museo del Vino che ha riaperto i battenti dopo la lunga chiusura ed è visitabile ogni fine settimana. La candidatura a “Città Italiana del Vino 2021” è nata come naturale proseguimento di una storia importante per il territorio e Barolo ha avuto la meglio su una dozzina di candidature.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti