ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùchimica

Basf in calo a Francoforte dopo profit warning, giù tutto il comparto

di Chiara Di Cristofaro


default onloading pic

2' di lettura

Il profit warning di Basf, una delle più grandi compagnie chimiche al mondo, affossa il titolo alla Borsa di Francoforte e pesa su tutto il comparto chimico e su tutto il listino, il peggiore in Europa. Basf , che era arrivata a perdere il 6% circa, ha poi ridotto i ribassi attorno al 3,5%. Il listino tedesco risente delle vendite sul settore chimico e segna la performance peggiore in Europa, appesantito anche dal calo del comparto auto e di Deutsche Bank, al suo secondo giorno di ribassi dopo la ristrutturazione.

Il colosso tedesco ha avvertito che gli utili saranno inferiori alle attese a causa della debolezza del settore industriale e in particolare per la debolezza del comparto auto. A fine giugno Basf aveva annunciato il taglio di 6mila posti di lavoro da qui al 2021. Basf ieri in serata ha detto che l'Ebit prima delle voci straordinarie dovrebbe essere il 30% al di sotto del livello dello scorso anno, a fronte di una stima precedente che era per un "leggero aumento" dell'1%-10%. La società ha detto che la riduzione delle stime è la conseguenza dell'andamento più debole del previsto dello sviluppo del business nel secondo trimestre del 2019, del rallentamento dell'economia globale e della produzione industriale, a causa soprattutto delle guerra commerciale. Sul fronte delle vendite, Basf si aspetta ora un lieve calo rispetto all'andamento dello scorso anno, mentre le stime precedenti erano di un aumento dell'1%-5%.

Tra i fattori alla base della revisione, Basf ha citato l'andamento del settore agricolo in Nord America dove le condizioni atmosferiche non favorevoli hanno portato nella regione a coltivazioni inferiori rispetto allo scorso anno e ben al di sotto della media storica: le minori prospettive di guadagno per gli agricoltori e la guerra commerciale tra Usa e Cina hanno finito per ridurre, ha spiegato Basf, la domanda di fitofarmaci. Questo ha pesato anche sull'andamento di Cnh Industrial, tra i titoli peggiori sul Ftse Mib. Secondo una casa di investimento italiana, le indicazioni di Basf hanno ricadute su Cnh anche se di recente la società ha confermato i target del 2019.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti