nessuna eletta con il pd

Basilicata, Sardegna e Abruzzo: solo un consigliere su 10 è donna . In testa M5s e Lega

di Andrea Gagliardi


default onloading pic

2' di lettura

Solo 13 donne su un totale di 110 consigleri regionali: poco più di una su 10 (11,8%). Di queste, la maggioranza (5 a testa) è in quota Lega e M5s. Nessuna è del Pd. È la fotografia della rappresentanza politica nelle Regioni in cui si è votato quest’anno: Abruzzo, Sardegna e Basilicata. Se si guarda al numero di consiglieri eletti nelle tre regioni, però, è il M5s ad avere una rappresentanza femminile maggiore (5 consiglieri donna su 16, pari al 31%). Mentre la Lega, con 5 consigliere su 24, è al 20,8%. Zero consigleri donna su 13 per i dem.

Classe 1986, laureata in Architettura a Bari, Donatella Merra è l’unica donna nel Consiglio regionale della Basilicata (20 scranni). Merra è la prima donna leghista eletta nell’assemblea lucana, in una regione che ad agosto ha approvato una legge elettorale per la doppia preferenza di genere, dopo una consiliatura senza la presenza di donne nel Consiglio regionale.

Merra ha ottenuto 1.995 voti, quinta degli eletti con la lista “Lega Salvini Basilicata” in provincia di Potenza, di cui un migliaio circa a Lavello (Potenza), dove risiede, e dove Matteo Salvini ha tenuto un affollato comizio lo scorso 17 marzo.

Ma se si guarda alle elezioni regionali in Sardegna dello scorso 24 febbraio, sono otto le donne elette nella mega-assemblea di 60 consiglieri (il 13,3%), nonostante l'introduzione anche qui della doppia preferenza di genere. Tre sono del M5s: Desirè Alma Manca, Elena Fancello e Carla Cuccu. Due della Lega: Annalisa Mele e Sara Canu. Una di Forza Italia: la capogruppo in Consiglio Alessandra Zedda (Forza Italia). E poi Maria Laura Orrù (Sardegna in Comune con Massimo Zedda) e Laura Caddeo (Noi, la Sardegna con Massimo Zedda). Nessuna donna eletta tra gli 8 consiglieri del Pd.

Le più votate sono state Alessandra Zedda con 3.321 voti e Desiré Manca con 2.752: risultano in classifica all’undicesimo e diciassettesimo posto. Per trovare una terza donna si deve scendere fino al quarantunesimo posto, dove compare Maria Laura Orrù. Da registrare che nelle 16 legislature della Sardegna - come si legge sulla pagina del consiglio comunale - su un totale di 1174 consiglieri, le elette sono state 69 con una percentuale del 5,9%

Quattro infine le donne elette nel consiglio regionale abruzzese, su un totale di 30 componenenti (13,3%). Due della Lega: Sabrina Bocchino e Antonietta Laporta. Una con l’Udc: Marianna Scoccia. E due con il M5s: la candidata governatore Sara Marcozzi Sara e Barbara Stella.


Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...