Sport

Basket, Kanter: "Non gioco a Londra, Erdogan mi farebbe ammazzare"

a cura di Datasport

1' di lettura

Enes Kanter, cestista turco dei New York Knicks, non parteciperà alla sfida di giovedì 17 gennaio contro Washington, match che si disputerà a Londra. Motivo? Erdogan."ERDOGAN COME HITLER" - "Non andrò con la mia squadra a Londra, perché se lo facessi correrei il rischio di essere assassinato. Non potrò svolgere il mio lavoro a causa di quel maniaco lunatico del presidente", ha dichiarato Kanter che si è schierato sempre contro il regime del leader turco - paragonato ad Hitler - a tal punto che la Turchia prima gli ha ritirato il passaporto e poi ha emesso un mandato di cattura internazionale nei suoi confronti. "Per questo motivo non esco dai confini di USA e Canada, rischierei la vita. Avrei voluto aiutare la squadra ma per colpa di quel pazzo non potrò farlo. Se ci andassi, per lui sarebbe facile farmi ammazzare, è pieno di spie lì". In questa stagione, Kanter viaggia con una media di 14 punti e 10 rimbalzi e proprio nella notte è stato protagonista di un grande match (16 punti, 15 rimbalzi in 27' di gioco) che ha permesso a New York di battere i Lakers.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti