Sport

Basket, Nba: i Clippers fermano i Warriors. Atlanta torna al successo

a cura di Datasport

2' di lettura

Undici partite nella notte Nba e la notizia più sorprendente arriva dall'ultima partita in programma: Golden State Warriors-Los Angeles Clippers 106-125. Lou Williams chiude l'incontro con il suo career high di 50 punti. Houston Rockets-Portland Trail Blazers finisce 121-112 con un Chris Paul da 37 punti. Tornano finalmente al successo gli Atlanta Hawks che si impongono 97-110 sul campo dei Denver Nuggets. Belinelli dalla panchina porta a casa 10 punti. In Eastern Conference Miami risale la classifica, battuti anche i Pacers 106-114.    Steph Curry assente per problemi alla caviglia, Kevin Durant realizza 40 punti cercando di portare a casa la partita alla meglio. Golden State, però, ha davanti i Los Angeles Clippers forse alla loro migliore gara, guidati dai 50 punti di Lou Williams al suo personale career high. Warriors-Clippers finisce 106-125. Gli Houston Rockets vincono contro i Portland Trail Blazers 121-112. Con James Harden ad osservare i suoi compagni dalla panchina, ancora fuori per infortunio. Non c'è da temere, Chris Paul è in campo e con 37 punti, 11 assist e 7 rimbalzi, accompagnato dai 30 di Gordon, i Rockets si confermano al secondo posto in Western COnference. Gli Atlanta Hawks ottengono la loro vittoria numero undici in questa stagione, battuti i Denver Nuggets 97-110. Man of the match è Gary Harris con 25 punti, mentre il migliore tra gli ospiti è sempre Dennis Schroder con una doppia doppia di 19 punti e 10 assist. Per Marco Belinelli sono 10 i punti e 1 assist in 16 minuti di partita. Sempre in Eastern, che scalata di Miami che si piazza al quarto posto dopo sei vittorie consecutive. Gli Heatse battono gli Indiana Pacers 114-106. A washington, John Wall porta a casa l'onore di essere stato il top scorer con 35 punti e 11 assist, ma i suoi Wizards cadono di misura contro Utah 104-107. La sconfitta costa la quarta posizione ai capitoli, ora quinti. Overtime al Madison Square Garden con i Chicago Bulls che riescono a superare i New York Knicks dopo due tempi supplementari, 119-122. Lauri Markkanen firma il suo career high con 33 punti e 10 rimbalzi. In casa Knicks da segnalare la doppia doppia di Michael Beasley (26 punti e 12 rimbalzi) e i 24 punti di Kristaps Porzingis. Nelle altre partite: Charlotte Hornets-Dallas Mavericks 111-115; Brooklyn Nets-Detroit Pistons 80-114; Memphis Grizzlies-New Orleans Pelicans 105-102; Milwaukee Bucks-Orlando Magic 110-103; Minnesota Timberwolves-Oklahoma City Thunder 104-88.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti