Sport

Basket Nba: Rockets e Clippers, espulsioni e rissa sfiorata

a cura di Datasport

1' di lettura

Nella nottata di Nba c'è stato molto spettacolo: in tutti i sensi. La scena se la prendono i giocatori di Houston e Los Angeles protagonisti di una partita tesa e scorretta, al limite del violento, con tanto di spedizione punitiva dei Rockets che hanno provato a farsi giustizia da soli nel dopo partita cercando di entrare nello spogliatoio dei Clippers. La partita è stata tranquilla fino al terzo quarto, quando ormai a risultato acquisito (i Clippers vinceranno 113-102) gli animi si sono scaldati. Palle sparate contro gli avversari, pantaloncini strappati e accenni di risse; tutto questo ha portato gli arbitri a espellere Blake Griffin e Trevor Ariza. Dopo la fine della gara James Harden e l'ex Chris Paul, insieme ad altri compagni, hanno provato ad entrare nello spogliatoio dei Clippers ma sono stati fermati dalla sicurezza. Sicuramente non un bello spot per il basket americano.   Nelle altre gare della notte bene Golden State che tra le mura amiche batte Cleveland 118-108. Ottimo Durant che chiude con 32 punti a referto impreziositi da 8 assist; Steph Curry ne segna 23. LeBron James non riesce ad opporsi nonostante i 32 punti e 6 assist. Buona serata anche per Belinelli che batte i "suoi" Spurs: con Atlanta finisce 102-99. L'azzurro mette la firma su 10 punti. Oklahoma batte Sacramento 95-88, mentre i Pacers sbancano Utah per 109-94.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti