Sport

Basket, Trento si vendica di Venezia e vola in finale scudetto

a cura di Datasport

2' di lettura

Un traguardo insperato a inizio stagione, si è trasformato in realtà. Trento supera 84-76 Venezia anche in gara-4 e raggiunge per il secondo anno di fila l'atto finale dello scudetto, rivendicando proprio la sconfitta dell'anno passato. Ad attenderlo ci sarà la corazzata di Milano, eliminata l'anno scorso in semifinale proprio dalla squadra di coach Buscaglia ma quest'anno ancora la favorita per conquistare il tricolore. Per la Dolomiti, solito partitone di pura energia da parte di Dustin Hogue, che mette a referto una doppia doppia da 17 punti e 12 rimbalzi, spalleggiato da Shields (17 anche per lui), Forray (16 e 6 assist) ma anche Silins (12 punti frutto di 4 triple). Per la Reyer, non bastano un redidivo Johnson (5/7 da 3 per 17 punti) e Daye (16 punti, 6 rimbalzi) per pareggiare la serie: i campioni in carica si fermano in semifinale. La finalissima parte dal 5 giugno al Forum, per una serie al meglio dei cinque tutta da godere. L’Olimpia dovrà fare molta attenzione: Trento ha vinto entrambe le serie vincendo gara 1 in trasferta e poi difendendo il vantaggio acquisito in casa. Una sfida con un retrogusto amaro dal passato per l'Armani: lo scorso anno furono proprio Forray e compagni ad eliminare i biancorossi in semifinale, con un netto 4-1, chiudendo l’era Repesa e certificando la conclusione di un progetto, ora completamente nuovo. Della squadra della passata stagione, infatti, sono rimasti solamente pochissimi protagonisti, quattro per la precisione: Cinciarini, Pascolo, Abass e Tarczewski. Quest’anno, invece, è stata un’altra storia: 3-0 per i biancorossi nei precedenti stagionali sinora disputati tra Supercoppa e stagione regolare. La squadra di Buscaglia, però, come lo scorso anno, ha cambiato marcia dalla seconda parte della stagione e, nell’unico precedente disputato nel 2018, è stata una vittoria molto sofferta dell’Olimpia a Desio. I biancorossi, salvo problemi nel corso di questi giorni di preparazione, si presenteranno alla finale con la squadra al completo e le solite esclusioni di Theodore e M’Baye per turnover, mentre per i rivali non ci sarà Diego Flaccadori, fuori circa due settimane per una lesione ai flessori.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti