Auto

Batterie auto elettriche, Toyota e Panasonic insieme dal 2020

di Simonluca Pini

default onloading pic


2' di lettura

Toyota CH-R elettrica
Il primo modello a beneficiare del nuovo accordo sarà la futura Toyota CH-R Elettrica, modello EV destinato al mercato cinese dal 2020. Le novità a zero emissioni saranno diverse, con 10 modelli elettrici commercializzati in tutto il mondo entro i primi anni del 2020. Ad oggi Toyota segna un leggero ritardo sullo sviluppo di modelli elettrici rispetto a concorrenti come il Gruppo Volkswagen o il Gruppo Hyundai, ma il prossimo decennio sarà segnato dall'arrivo di un lunga serie di modelli. Grazie all'investimento di 10 miliardi di dollari nell'elettrificazione dei veicoli fino al 2030, di cui circa la metà destinata allo sviluppo di batterie, i numeri sui modelli green aumenteranno esponenzialmente. Infatti Toyota punta a vendere 5,5 milioni di ibridi tradizionali, ibridi plug-in, veicoli elettrici e modelli a celle a combustibile a idrogeno entro il 2030. All'interno di questo numero i modelli EV e a celle combustibile saranno circa 1 milione all'anno.

Batterie vendute ad altri costruttori
L'accordo tra Toyota e Panasonic, rispettivamente al 51 e 49%, porterà diverse novità nello “scacchiere” mondiale delle forniture. Da una parte Panasonic avrà al fianco nuovi costruttori dopo la fine della fornitura in esclusiva per Tesla, attesa nei prossimi mesi, mentre Toyota è sicura del potenziale delle nuove batterie e ha in progetto di venderla al altri costruttori automobilistici. Per ora non si hanno informazioni certe ma i nuovi accumulatori potrebbero spingere i futuri modelli a zero emissioni firmati Mazda, Subaru e Suzuki.
Batterie allo stato solido
La nuova partnership porterà alla produzione di batterie allo stato solido a partire dai primi anni del prossimo decennio. Grazie alla maggiore densità energetica, che si traduce in una maggiore autonomia, i nuovi accumulatori garantiscono anche minori tempi di ricarica e danni ridotti in caso di incidente. Aumentando i chilometri a disposizione e riducendo le attese davanti alla colonnina di ricarica, le auto elettriche con batterie allo stato solido potrebbero realmente offrire una valida alternativa ai modelli tradizionali.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti