trimestrali

Bayer, perdita netta di 9,5 miliardi. Pesa il caso glifosato

Tuttavia, il risultato operativo è risultato in crescita del 5,6% nel secondo trimestre

(Bloomberg)

1' di lettura

Bayer ha registrato una perdita netta di 9,5 miliardi nel secondo trimestre, appesantita dall'effetto “straordinario” dell'accordo siglato a giugno dal gruppo negli Stati Uniti per risolvere oltre centomila petizioni contro il glifosato.
A causa della crisi sanitaria, il gruppo ha ridimensionato gli obiettivi del 2020, con una previsione del fatturato “tra 43 e 44 miliardi”, mentre si aspettava “tra 44 e 45 miliardi” in precedenza. Tuttavia, il risultato operativo è risultato in crescita del 5,6% nel secondo trimestre.

Il peso del glifosato

Questo forte calo è determinato dall'accordo raggiunto nel procedimento contro Monsanto per l'uso del glifosato. Bayer ha deciso di firmare un accordo a giugno tra 8,8 e 9,6 miliardi di dollari per risolvere oltre 125.000 controversie negli Stati Uniti contro un pesticida a base di glifosato commercializzato da Monsanto, rilevata nel 2018. I querelanti americani sostengono che il pesticida sia cancerogeno e causi diverse malattie da cui sono affetti. Bayer ha registrato una riduzione del fatturato del 2,5% a 10,7 miliardi di euro. La divisione farmaceutica, con una perdita operativa del 7,1%, è stata particolarmente colpita. «Le misure di restrizione introdotte in tutto il mondo a causa della pandemia di Coronavirus, hanno portato al rinvio di numerosi trattamenti», commenta il gruppo. La divisione agrochimica, motore della crescita del gruppo negli ultimi trimestri, segnala invece un aumento del proprio fatturato pari al 3,2%. La pandemia di Covid-19 ha portato il gruppo a rivedere al ribasso i suoi obiettivi per il 2020: Bayer ora prevede un fatturato «tra 43 e 44 miliardi», mentre si aspettava “tra 44 e 45 miliardi” a febbraio.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti