farmaceutica

Bayer, rivolta degli azionisti su Monsanto: in bilico il ceo Baumann


Monsanto condannata a pagare 80 mln ad un uomo malato di cancro

2' di lettura

Alta tensione alla Bayer. Nel giro di 24 ore la maggioranza degli azionisti (il 55%) ha votato in assemblea contro l'operato dell'amministratore delegato Werner Baumann, costringendo i vertici del gruppo a convocare una riunione
d'emergenza, chiusasi nella notte fra venerdì e sabato con la conferma del ruolo del ceo, a cui è andata la piena fiducia del consiglio.

Molti grandi soci si sono detti però a questo punto insoddisfatti della decisione del board, arrivando a far trapelare attraverso fonti citate da Bloomberg, la loro «frustrazione» per la mancanza di rispetto del voto e la volontà di rivedere l'intera strategia del colosso della chimica, considerando persino l'eventualità di
una scissione delle attività tra farmaceutiche e della chimica per l'agricoltura.

Le tensioni scatenate dall’acquisizione di Bayer
Alla base di tutto c'è l'acquisto da parte di Bayer dell'americana Monsanto, voluto da Baumann. Un'operazione da 63 miliardi di dollari che ha fatto però perdere al gruppo tedesco 39 miliardi di valore di mercato, a causa della serie innumerevole di cause legali (se ne contano oltre 13 mila) intraprese negli Stati Uniti per i danni causati dal diserbante Roundup, utilizzato da Monsanto e considerato cancerogeno. Nel corso dell’assemblea Baumann, parlando delle cause legali legate al glifosato di Monsanto intentate negli Stati Uniti aveva ammesso: «Non c'è modo di aggirarlo. Le cause e i primi verdetti riguardanti il glifosato rappresentano un pesante fardello per la nostra azienda e preoccupano molte persone», ma «l’acquisizione di Monsanto è stata e rimane la mossa giusta per Bayer». Indiscrezioni recenti indicano tra gli azionisti di Bayer anche il fondo Elliott, apparentemente favorevole ad una divisione in due delle attività.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...