Business

Bcc: Federcasse, Italia chieda a Ue modifica norme settore

Serve proporzionalità con revisione accordi Basilea 3

1' di lettura

Federcasse chiede al Parlamento e al Governo italiani che “si facciano promotori di un’iniziativa urgente e molto determinata, diretta a ottenere un adeguamento puntuale del quadro regolamentare bancario europeo” per consentire alle banche di credito cooperativo “di non subire svantaggi competitivi ingiustificati”.

E’ quanto hanno affermato i vertici (il presidente Augusto dell’Erba e il dg Sergio Gatti) in audizione alla Commissione parlamentare d’inchiesta sulle banche. “In particolare, l’obiettivo più importante da conseguire - migliorando l’attuale disegno normativo che ha visto la nascita e l’operatività dei due Gruppi Bancari Cooperativi Iccrea e Cassa Centrale - per Federcasse è il superamento dell’equazione secondo cui le banche less significant (con un attivo inferiore ai 30 miliardi) che fanno parte di un Gruppo bancario significant (come accade per le singole BCC aderenti ai due aderenti ai due Gruppi Bancari Cooperativi) vengono classificate a loro volta significant, con tutte le pesanti conseguenze di natura regolamentare e di supervisione”.

Loading...

“Cio’ consentirebbe alle BCC - ha precisato dell’Erba - di vedersi riconosciute sotto il profilo normativo - le forme di proporzionalità introdotte, anche su impulso di Federcasse, nel maggio 2019 nonché di vedersi applicate - sotto il profilo di vigilanza - prassi e condotte comunque rigorose, ma meno onerose e più adeguate rispetto ai profili di rischiosità e alle norme di derivazione costituzionale previste dall’ordinamento italiano in materia di mutualità’”.

Riguardo il tema della proporzionalità, per Federcasse questa potrà essere almeno in parte realizzata mediante uno specifico intervento legislativo nell’ambito della revisione in atto del quadro normativo europeo per il recepimento degli Accordi finali di Basilea 3.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti