banche

Bce abbassa i requisiti patrimoniali di Deutsche Bank

Nel 2019 Cet1 della banca sarà sopra 13%, confermato il target del taglio dei costi sino al 2022 e l’obiettivo di un Rote all'8% nel 2022

default onloading pic
(AP)

Nel 2019 Cet1 della banca sarà sopra 13%, confermato il target del taglio dei costi sino al 2022 e l’obiettivo di un Rote all'8% nel 2022


2' di lettura

La Banca centrale europea ha ridotto il requisito patrimoniale del capitale primario di classe 1 (CET 1) di Deutsche Bank dall'11,84% all'11,59%, con efficacia dal 1° gennaio. La decisione riconosce i progressi compiuti dall’istituto tedesco effettuati dalla prima valutazione SREP (processo di revisione e valutazione prudenziale) nel 2016 e segue il processo di revisione e valutazione (SREP) del 2019. La decisione è interamente attribuibile alla riduzione del requisito del 2° pilastro della BCE dal 2,75% al 2,50%, che entrerà in vigore il 1 ° gennaio 2020.

La banca ha annunciato che chiuderà l’anno in corso con un coefficiente Cet1 sopra il 13% e conferma l'obiettivo di mantenere il parametro sempre almeno al 12,5% nel corso dell'intero processo di trasformazione dell'istituto in corso. Lo scrive in una nota pubblicata per annunciare «solidi progressi» nella strategia dell'istituto. Deutsche conferma inoltre i target di costi per il 2019, il 2020 e il 2022, rispettivamente a 21,5, 19,5 e 17 miliardi. Quanto alla redditività, l'istituto ribadisce l'obiettivo di un Rote all'8% nel 2022 pur riconoscendo che il target è diventato «più ambizioso a causa di fattori esterni, in particolare gli sviluppi sui tassi di interesse nell'eurozona». Quanto alla vendita degli asset riuniti nella “Capital release unit”, Deutsche Bank sottolinea che «la riduzione delle attività procede in anticipo rispetto al piano».

«Negli ultimi mesi abbiamo realizzato progressi significativi in ogni aspetto della nostra trasformazione strategica - nota l'amminstratore delegato Christian Sewing - Siamo in linea con il piano e addirittura in anticipo in alcune aree. Partire bene nella nostra trasformazione senza precedenti era molto importante - aggiunge - I clienti, i regolatori e i dipendenti hanno espresso il loro pieno sostegno alla strada che abbiamo intrapreso. Sostegno che ci aiuterà a portare avanti la nostra trasformazione in modo disciplinato» conclude.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti