ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùtotonomine

Bce, un falco o una colomba dopo Draghi? I candidati in pole position

di Isabella Bufacchi


Ecco perché una Bce espansiva non spinge le Borse

2' di lettura

Chi prenderà il posto di Mario Draghi? I francesi Villeroy o Coeuré? I tedeschi Weidmann o Buch? I finlandesi Liikanen o Rehn? La nuova guida della Bce dal prossimo novembre è uno dei punti interrogativi più pressanti e pesanti che gravano sui mercati in questo momento.

Il rallentamento dell’economia europea, arrivato prima del previsto e peggiore di quanto atteso, e i rischi sulla crescita maggiormente sbilanciati verso il basso stanno focalizzando l’attenzione dei mercati sempre più sulle prossime mosse della Banca centrale europea: chi prenderà il posto di Mario Draghi alla guida della Bce dal primo novembre 2019 metterà il suo peso sull’uso degli strumenti a disposizione nella cassetta degli attrezzi della politica monetaria convenzionale e non convenzionale nell'Eurozona.

Il nuovo presidente della Bce, questo l’augurio dei mercati, dovrà avere uno standing tale da poter essere convincente, nel caso in cui fosse necessario in futuro un altro “whatever it takes”.

Un falco o una colomba?
Quale che sia la scelta tra i candidati o le canditate possibili, il nuovo presidente della Bce sarà percepito e valutato dai mercati in termini di falco o di colomba rispetto a Draghi, dunque con una ricaduta diretta sugli strumenti utilizzabili in caso di peggioramento ulteriore della moderazione economica: dalla riapertura degli acquisti del QE a nuove linee di credito per le banche, per finire a una diversa applicazione dei tassi negativi.

I candidati alla presidenza Bce dopo Draghi

La lista dei candidati più probabili a sostituire Mario Draghi alla guida della Banca centrale europea nell'analisi di Hetal Mehta, senior European economist di Legal&General Investment Management

In questo quadro, Legal&General IM (Investment Management), che si posiziona all’11° posto nella classifica degli asset manager nel mondo e tra i più grandi in Europa per asset under management, ha messo a punto una lista di probabilità. Il suo senior European economist, Hetal Mehta, vede in pole position il governatore della Banque de France, François Villeroy de Galhau (uno schiaffo per la Bundesbank, dopo la presidenza di Jean-Claude Trichet ed essendo ora sulla carta il turno di un tedesco) e il finlandese Rehn, volto molto noto in Europa. Jens Weidmann, attuale presidente della Buba, non ha probabilità molto elevate perchè ha votato contro tutte le misure anti-crisi proposte e adottate dal consiglio direttivo guidato da Mario Draghi, anche le famose Omt.

Una presidente donna?
L'unica donna nel ventaglio delle candidature in questa selezione risulta Claudia Buch, numero due della Bundesbank e - forse - meno falco di Jens Weidmann. Ma nei corridoi del gossip dei mercati è circolato anche il nome di Christine Lagarde, che lascerebbe la guida del Fmi a Mario Draghi: a lei potrebbe essere offerto in alternativa alla Bce un incarico da commissario Ue.

I meno probabili
Per Hetal Mehta, i nomi menzionati dai mercati ma che hanno meno probabilità di prendere il posto di Draghi sono i falchi Ewald Nowotny, Governatore della Banca centrale dell'Austria, Klaas Knot, numero uno della Banca centrale dell'Olanda, l’estone Ardo Hansson governatore di Eesti Pank, e un tedesco che emerge tra i moderati, se non proprio colomba: Klaus Regling, direttore generale del fondo salva-Stati Esm.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Isabella Bufacchivicecaporedattore corrispondente dalla Germania

    Luogo: Francoforte, Germania

    Lingue parlate: inglese, francese, tedesco, spagnolo

    Argomenti: mercato dei capitali, ECB watcher, fixed income e debito, strumenti derivati, Germania

    Premi: Premio Ischia Internazionale di Giornalismo per l’analisi economica, Premio Q8 per giovani giornalisti economici

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...