cosmetica

Beauty, farmacie alla svolta tra nuovi competitor esteri e shopping experience

Qualche giorno fa è stata inaugurata la settima farmacia Boots: una sfida, quella dell’ingresso in Italia di grandi società di capitali estere, come la catena della multinazionale americana, che mette a dura prova il canale della farmacia stretto fra l’incremento di una concorrenza agguerrita e il cambiamento delle abitudini di consumo dei clienti che cercano sempre più servizi e specializzazione

di Marika Gervasio


default onloading pic

3' di lettura

È stata inaugurata qualche giorno fa la nuova farmacia Boots già Carlo Erba in piazza Duomo a Milano. Un’operazione che porta a quota sette aperture da parte di Walgreens Boots Alliance, una delle maggiori catene internazionali del settore salute e bellezza che ha rilevato le farmacie EssereBenessere ed è approdata in Italia con obiettivi ambiziosi tra cui un piano di aperture di negozi a insegna propria.

Una nuova sfida, quello dell’ingresso in Italia di grandi società di capitali estere come, appunto, la catena della multinazionale americana (ma, interessati all’Italia ci sono anche il gruppo finanziario ceco Penta Investments attivo con una rete di mille punti vendita Dr. Max in Est Europa oltre alla presenza già consolidata di Lloyds), che mette a dura prova le farmacie strette fra l’incremento di una concorrenza agguerrita - che gioca a colpi di metri quadri e ampiezza di offerta, servizi - e il cambiamento delle abitudini di consumo dei clienti che cercano sempre più shopping experience e specializzazione.

I numeri

Un canale che assorbe poco meno del 20% delle vendite totali di beauty - che, secondo le previsioni dell’associazione di categoria Cosmetica Italia, per fine 2019 dovrebbero attestarsi a quasi 10,4 miliardi di euro in aumento del 2% - e che è sempre più vicino alla profumeria, seconda per quota di consumi, dopo l’incontrastata grande distribuzione.

«La fase di rallentamento dei consumi è definitivamente alle spalle - commenta Gian Andrea Positano, responsabile del Centro studi di Cosmetica Italia -. Adesso in gioco c’è la capacità di rispondere all’evoluzione dei consumatori, sempre più informati, attenti ai temi della sostenibilità e all’interazione con i brand, e di affrontare la concorrenza di nuove forme di vendita come i monomarca, i drugstore e l’e-commerce».

In particolare, per il primo semestre 2019 si registra un andamento positivo (+1,8%) della farmacia con una stima del +1,5% per fine anno con un valore di quasi 2 miliardi. «Imprese cosmetiche e farmacisti cercano di lavorare in sinergia per rafforzarsi sul mercato - spiega Positano, responsabile dell’Ufficio studi di Cosmetica Italia -. Il focus è l’identità della farmacia, il posizionamento e l’attenzione al cliente puntando su elementi come la fiducia e la specializzazione che i consumatori riconoscono al canale».

Boots in Italia

Complessivamente, sono state aperte finora sette farmacie Boots in Italia, parte della fase test che l’azienda sta portando avanti nel Paese: sei nell’area di Milano (Fulvio Testi, la prima, aperta circa un anno fa; Corvetto; Ranzoni; Limbiate, nel centro commerciale Carrefour; la farmacia Nuova di Cesano Maderno (che ha aperto a luglio 2019) e la farmacia Carlo Erba di piazza del Duomo. A Roma, la prima farmacia Boots ha aperto poche settimane fa: si tratta della farmacia Nicotra, nel quartiere popolare di Spinaceto. Una farmacia grande, di circa 230 metri quadrati, che è stata completamente rinnovata con un format analogo a quello delle altre già aperte a Milano.

La Farmacia Carlo Erba
È una farmacia storica che porta il nome dell’imprenditore e farmacista Carlo Erba che la acquistò nel 1859. La sua lunga storia prosegue oggi diventando una delle sette farmacie Boots aperte finora in Italia. Il nome storico “Farmacia Carlo Erba” viene mantenuto e continua ad essere visibile sull’insegna nera a caratteri dorati posta all'esterno della farmacia, sotto le lunette dei portici. Il marchio Boots, con il logo bianco su fondo blu, invece, si trova all’ingresso del punto vendita.

La farmacia si sviluppa su una superficie di circa 80 metri quadrati. Pur avendo dimensioni ridotte rispetto alla media delle altre farmacie Boots già aperte, ha un’offerta completa e ricca di particolarità. Compreso l’orario di apertura: tutti i giorni dalle 7.30 alle 22.30 (sabato e domenica dalle 8.30 alle 22.30). Tra i marchi in vendita anche ovviamente quelli di proprietà di Boots, come No7 e Soap & Glory.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...