Logistica

Bell Group consegna un impianto per il freddo totalmente eco-sostenibile

L’impianto di Casorate Primo sarà un magazzino caratterizzato da 160mila metri cubi di freddo (celle frigorifere a bassa temperatura, -28°C) su una superficie fondiaria di 130mila mq

di Laura Cavestri

default onloading pic

2' di lettura

Una risorsa in più per la logistica del “freddo”. Bell Group , holding di sviluppo e gestione immobiliare, sta consegnando in questi giorni a Casorate Primo un magazzino caratterizzato da 160mila metri cubi di freddo (celle frigorifere a bassa temperatura, -28°C) su una superficie fondiaria di 130mila mq con 48mila mq coperti e la riqualificazione di 11 mila mq già esistenti. Si tratta di un fabbricato costruito ex novo in soli 5 mesi, in un’area di recente urbanizzazione ed è dotato – essendo l’impianto altamente energivoro – di tecnologie “green” votate al risparmio energetico e al rispetto dell’ambiente, come ad esempio un impianto fotovoltaico da 2MW (il 70% di tutto il fabbisogno viene da rinnovabili, +35% per quanto concerne l’efficienza) e il recupero delle acque reflue e piovane.

«Bell Group – spiega Cesare Lanati, ceo del Gruppo – si focalizzerà sempre più su soluzioni logistiche specializzate».
L’Osservatorio Contract Logistics “Gino Marchet” della School of Management del Politecnico di Milano sembra confermare ulteriormente la bontà di questa strategia: a livello nazionale, nel 2020, sono state ben 19 le soluzioni adottate nel campo del risparmio energetico nei centri logistici, le più diffuse quelle riservate all’illuminazione (88%), ai sistemi di movimentazione e automazione (35%) senza dimenticare i sensori per la riduzione dei consumi (6 per cento). La tecnologia più utilizzata è stata il fotovoltaico (35%) e la conseguente crescita della sensibilità sul tema del Green Building.

Loading...

A Cornaredo, invece, Bell Group sta riqualificando l’area dismessa “ex Alemagna” per un progetto che complessivamente sfiora i 90mila mq, con 46mila di area edificata. Anche qui verranno utilizzati pannelli fotovoltaici e sarà costruita una pista ciclabile.
Bell Group immagina per l’ex fabbrica di Cornaredo un futuro nuovo nel settore della logistica attraverso il fondo Italian Logistic Fund di cui Bell Group è quotista insieme al fondo Angelo Gordon. La posizione strategica sulla Statale Padana Superiore 11, infatti, rende lo spazio facilmente accessibile dalla Tangenziale A50 e dal casello autostradale di Rho sulla A4 Torino-Milano in una posizione privilegiata rispetto ai principali hub last mile nel Nord Italia.

«La parte più importante dei nostri sviluppi – conclude Cesare Lanati – è principalmente legata alla riqualificazione di asset immobiliari già esistenti per non consumare, quindi, ulteriore territorio valorizzando quello che è già stato realizzato. Si tratta di un processo di rigenerazione a cui teniamo profondamente e al quale si accompagna l’utilizzo di tecnologie e materiali ecologicamente sostenibili».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati