Il ritratto

Belloni, prima donna capo dei servizi. Ambasciatore con la passione cinofila

Il premier Mario Draghi rinnova il vertice del Dis (dipartimento informazioni e sicurezza) - L’ex segretario generale vanta 36 anni di carriera alla Farnesina

di Marco Ludovico

(7146)

2' di lettura

Il blitz era inatteso. Ma il suo nome aleggiava nell’aria da un pezzo. Elisabetta Belloni, da lunedì in piazza Dante sede del Dis (dipartimento informazioni e sicurezza), è rimasta sempre al timone del segretariato generale del ministero Affari Esteri con la sua sconfinata passione per l’azione diplomatica. Se il prefetto Gennaro Vecchione poteva essere sostituito, come si ventilava dopo la caduta del governo guidato da Giuseppe Conte, l’unico nome forte era il suo. In 36 anni di carriera diplomatica ha collezionato un’esperienza come pochi. E vince la sfida nella sfida: la prima donna al vertice dei servizi di informazione e sicurezza.

Tracce di rosa ai vertici del Mae

Classe 1958, laurea in Scienze politiche alla Luiss di Roma, Elisabetta Belloni entra in carriera diplomatica nel 1985. Molti ancora la ricordano giovane capo dell’Unità di crisi della Farnesina, e via via le direzioni generali Cooperazione, poi Risorse, poi ancora capo di gabinetto con l’allora ministro Paolo Gentiloni. Fino al timone del segretariato generale: il vertice massimo della carriera. Adesso, una nuova vita. In apparenza. Non tutti sanno come i rapporti tra diplomatici e intelligence siano continui, a volte serrati, in alcuni casi indispensabili. Il mondo delle spie non è facile. Ma Belloni entra conosciuta da tutti, apprezzata dai più.

Loading...

Cordialità e schiettezza romana

Il neodirettore del Dis ha una rete sconfinata di relazioni nel mondo delle istituzioni e un consenso trasversale nella politica. Fa premio il carattere: non rinuncia all’orgoglio dell’ambasciatore, sempre un po’ snob, Belloni però è schietta, diretta, curiosissima, il sorriso pronto anche alla risata. Sempre disponibile, molto informata ma riservata, un riferimento per chiunque. I suoi rapporti, per esempio, con il direttore dell’Aisi, prefetto Mario Parente - il premier Draghi gli ha rinnovato di un altro anno l’incarico - e dell’Aise, Gianni Caravelli, sono buonissimi. Così come quelli con Franco Gabrielli, autorità delegata. Con il premier Mario Draghi, una conoscenza pluriennale.

Le passioni: la cucina, la campagna, i suoi cani

Il senso strategico di determinazione e di prudenza si fa da parte nella dimensione personale, i suoi tanti amici lo sanno bene. Elisabetta Belloni può raccontare la scoperta di una nuova miscela di farina: quando può, fa il pane fatto in casa. Il fine settimana lo trascorre nella sua amata campagna toscana dove non disdegna, anzi, le attività manuali di cura della terra. Ma la sua grande passione sono soprattutto gli adorati cani, più d’uno, pastori tedeschi e non solo. Come a molti, anche a lei è capitato che qualcuno ogni tanto si perdesse tra i campi o nei boschi. La notizia del suo ritrovamento è stata una delle più attese e liberatorie.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti