fundraising social

Beneficenza via Facebook: in 4 anni raccolti 2 miliardi di dollari, la metà grazie ai compleanni

Grazie agli strumenti di fundraising messi a punto dalla piattaforma social gli utenti hanno sostenuto cause benefiche e associazioni. Fino a oggi oltre 45 milioni di persone hanno donato con un clic

di Alessia Tripodi


default onloading pic

2' di lettura

Ricordate quell’estate di 5 anni fa, quando Facebook fu invasa dai video di persone che si gettavano secchi di acqua gelata in testa? Era l’Ice Bucket Challenge , una sfida nata per raccogliere fondi a sostegno dei malati di Sla che diventò virale, sensibilizzando milioni di persone nel mondo. Da allora la beneficenza sui social è cresciuta e negli ultimi 4 anni su Facebook sono stati raccolti oltre 2 miliardi di dollari a favore di cause benefiche o associazioni, grazie agli strumenti di fundraising messi a punto nel 2015 dalla piattaforma social proprio su ispirazione dell’Ice Bucket Challenge.

Lo dicono i dati pubblicati da Facebook Italia, secondo i quali quasi la metà dei fondi - ovvero 1 miliardo di dollari - arriva dalle iniziative lanciate dagli utenti in occasione del proprio compleanno. E da luglio è possibile donare anche su Instagram.

Numeri in crescita
Dedicando il loro “giorno speciale” a una onlus, le persone possono coinvolgere amici e familiari a sostegno di cause importanti. Potendo contare- assicura Facebook - su iniziative trasparenti, visto che alle organizzazioni viene devoluto il 100% delle somme raccolte via social. Fino a oggi, fa sapere Facebook, oltre 45 milioni di persone hanno donato o creato una raccolta fondi, cifra che è più che raddoppiata negli ultimi dieci mesi. E, a partire dal 2015, sia il mondo del no profit che gli utenti hanno a disposizione nuovi strumenti per rendere il fundraising dempre più virale e aumentare, dunque, la portata delle azioni di solidarietà.

LEGGI ANCHE: Portal arriva in Italia, la videochiamata di Facebook nelle case degli italiani

Progetti realizzati
Per esempio, grazie alla raccolta lanciata da Paola, un utente di Facebook, è stato possibile mettere insieme la somma necessaria ad acquistare un defibrillatore per la città di Cefalù, in provincia di Palermo. Mentre con #cimettiamolegambe gli organizzatori di La Diagonale, staffetta da Marsala a Genova, hanno contribuito alla realizzazione di protesi per sportivi. La raccolta per il compleanno di un utente, Elio Pacilio, ha finanziato con 3.400 euro la onlus per la sicurezza ambientale Green Cross Italia. Tra le organizzazioni italiane sostenute dal fundraising via Facebook ci sono l’Ail, l’Associazione italiana per la lotta alla leucemia, la “Casa delle donne per non subire violenza Onlus”, centro antiviolenza che accoglie anche i figli delle donne vittime di maltrattamenti, e Dynamo Camp, associazione che offre programmi terapeutici gratuiti per bambini e ragazzi con patologie croniche.

Donare anche su Instagram
Dallo scorso luglio, poi, si può fare beneficenza anche su Instagram, attraverso lo sticker “donazioni” che consente a chiunque di avviare all'interno delle stories raccolte fondi della durata di 24 ore. Tra le prime organizzazioni italiane a beneficiare dello sticker ●”My name is help”, onlus fondata da un gruppo di amici di Bergamo per sostenere i bambini della zona di Watamu, in Kenya, e “Still I rise”, ong italo-greca nata nel 2018 per l’educazione e la sicurezza dei minori rifugiati dell’ hotspot di Samos, in Grecia.

I numeri delle raccolte fondi su Facebook

LLa beneficienza sui social

I numeri delle raccolte fondi su Facebook

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...