sostenibilità

Benetton e Woolmark per promuovere la lana, fibra naturale e biologica al 100%

L’azienda veneta è da anni impegnata nel rispetto dell’ambiente: Greenpeace ha certificato la sua leadership nel protocollo internazionale Detox Commitment


default onloading pic

2' di lettura

Wool so Cool: tre parole che oltre a fare rima hanno anche un traduzione allegra e curiosa. L’aggettivo cool infatti in inglese significa fresco, letteralmente, ma soprattutto “forte” (nel senso di gradito, specie ai più giovani). In italiano potremmo dire: ma quanto è bella lana. Oppure: ma quanto ci piace la lana (o, volendo essere più concisi ma meno formali, si potrebbe pensare a aggettivi non esattamente definibili francesismi...). Wool so Cool è il nome scelto per la partnership tra United Colors of Benetton e The Woolmark Company per la stagione autunno-inverno 2019-2020, un progetto che coinvolge tutta la rete dei 5mila punti vendita del gruppo e speciali vetrine dedicate alla lana, da sempre grande protagonista del mondo Benetton.

Mini collezione
L'impegno per la sostenibilità di Benetton Group fa parte del Dna dell'azienda, che anche nel 2018 nel report di Greenpeace Destination Zero–Seven Years of Detoxing the Clothing Industry , si conferma tra le aziende leader che hanno aderito al Detox Commitment. Le maglie certificate Woolmark in vendita da Benetton sono realizzate con filati italiani in 100% lana Merino extra fine, una fibra 100% naturale, rinnovabile e biodegradabile, e rappresentano un'offerta che compone tutta l'anima colorata di Benetton, il basic.

Il contributo del direttore creativo
È con la lana che Benetton realizza la sua maglieria più iconica, quella con cui si è imposta in tutto il mondo: per Wool so Cool ai maglioni più classici (nella foto) si affianca un capo speciale disegnato da Jean-Charles de Castelbajac, che giovedì 10 ottobre sarà a Milano per presentare il progetto. «Mi sono ispirato alle mie caramelle di liquirizia preferite dal gusto particolare e diverso rispetto alle altre, come lo stile Benetton – spiega il direttore creativo –. Il nero e i nostri colori emblematici si incontrano dentro un ritmo post-modern come un'opera di pop art». Si tratta di un pullover girocollo, in jacquard striped con lavorazione geometrica, maniche a contrasto nere e polsini colorati. È un pezzo unisex, risultato di un mix di expertise tecnica e con un feeling all natural. Si affianca al basico di Benetton, spaziando da turtleneck a maglioni extra sottili, fino ai pullover sottogiacca.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...