bilanci

Beni Stabili: +8,4% utile netto ricorrente primo semestre, rivisto al rialzo per 2017

di Radiocor Plus

(Imagoeconomica)

1' di lettura

Nel primo semestre Beni Stabili ha registrato un aumento del risultato netto ricorrente dell'8,4% verso un anno prima a 55,7 milioni di euro, un risultato netto per 40,7 milioni, da 131 milioni un anno prima, e un aumento del 2,9% dei ricavi lordi di locazione a 101,9 milioni su base like-for-like, escluso il portafoglio Telecom Italia.

Lo ha reso noto la società, il cui patrimonio immobiliare era pari a fine giugno a oltre 4,3 miliardi (4,09 miliardi a fine dicembre scorso). La posizione finanziaria netta era pari a poco meno di -2,2 miliardi, da -2,23 miliardi a fine dicembre. Nel periodo la società, che fa capo al gruppo Fonciere des Regions, ha realizzato 194 milioni di acquisizioni, principalmente a Milano, a un tasso di rendimento lordo medio potenziale del 6%, inclusa l’acquisizione del portafoglio del Gruppo Credito Valtellinese per 118 milioni.

Loading...

Confermate le linee strategiche, con gli obiettivi al 2020 in corso di raggiungimento, mentre ha rivisto al rialzo del 5% rispetto alle indicazioni precedenti l'obiettivo del risultato netto ricorrente 2017, pari adesso a circa 0,042 euro per azione.
Beni Stabili ha completato lo scorso giugno la cessione di una quota pari al 40% in Central Sicaf, la maggiore Sicaf italiana del mercato immobiliare costituita a inizio anno grazie all'apporto di tutto il portafoglio Telecom Italia, per un valore di circa 1,5 miliardi, insieme al debito associato, pari a circa 0,8 miliardi. Beni Stabili, le cui azioni a Piazza Affari segnano +0,22%, mantiene il controllo della Sicaf con il 60%.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati