ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùpolo di ricerca

Bergamo, Kilometro Rosso modello per le industrie tedesche

La visita di 2 giorni della delegazione tedesca di Ludwigsburg ha l’obiettivo di incrementare le relazioni tra i due territori.

di Marcello Frisone

default onloading pic

La visita di 2 giorni della delegazione tedesca di Ludwigsburg ha l’obiettivo di incrementare le relazioni tra i due territori.


3' di lettura

Kilometro Rosso preso a modello dall’industria manifatturiera tedesca. È questo il motivo dell’incontro - che si è tenuto il 12\13 settembre a Bergamo nel polo di ricerca di eccellenza nella innovazione tecnologica per il settore manifatturiero - tra la Camera di Commercio Italo-Germanica (Ahk Italien), Confidustria Bergamo, Porsche Consulting e una delegazione tedesca della città di Ludwigsburg,

I rapporti economici storici

Il legame tra Lombardia e Baden-Württemberg si inseriscono nel contesto dei rapporti economici e culturali che storicamente legano l'Italia alla Germania, che per il nostro Paese rappresenta il principale partner commerciale, con un volume di interscambio che nel 2019 ha raggiunto il valore complessivo di 127,7 miliardi di euro. Sono inoltre circa 2.000 le aziende tedesche attive nel tessuto imprenditoriale italiano.
A livello regionale, il valore dell'interscambio tra la Germania e la sola Lombardia eguaglia quello dei rapporti commerciali tra la Germania e il Giappone, mentre per l'Italia l'interscambio con il solo Baden-Württemberg vale di più di quello con l'intera Russia. Oltre a essere il principale attore regionale nei rapporti commerciali con la Germania, la Lombardia è anche la destinazione principale delle aziende tedesche che operano in Italia: nella regione viene infatti generato il 50% del fatturato delle aziende a controllo tedesco.

Loading...

Gli intenti

«Il Kilometro Rosso - spiega Alberto Bombassei, presidente di Brembo -, nato come restituzione al territorio di quanto avuto negli anni, si vuole porre come eccellenza nella ricerca nel settore della meccatronica per rispondere agli stimoli che ci vengono quotidianamente dai nostri clienti e partner di cui la Germania costituisce il primo mercato».
«Il polo di ricerca bergamasco - aggiunge Josef Nierling, amministratore delegato Porsche Consulting rappresenta l'ideale soluzione di collaborazione tra imprese, istituzioni e mondo accademico. Questo modello, con profonde origini tedesche, rappresenta la leva competitiva di molte aziende che affianchiamo nella loro strategia di crescita ed internazionalizzazione».
Per Jörg Buck, ceo Ahk - questo incontro «vuole riaffermare il valore delle relazioni economiche commerciali tra Italia e Germania, un elemento essenziale per la ripresa economica del continente post Covid».
Non solo. Stefano Scaglia, presidente Confindustria Bergamo, ha ricordato che l’incontro è stata la prima visita di una delegazione estera presso la nuova sede di Confindustria Bergamo dopo il look down.
Il presidente ha anche ricordato che «Bergamo genera il 2% del Pil nazionale e il 9% della Lombardia, con un tasso di disoccupazione pre Covid del 3,5%, pari a quasi a un terzo del dato medio nazionale. Dei 188 distretti industriali europei - continua Scaglia - Bergamo si posiziona al 5° posto per valore aggiunto della produzione manifatturiera. In questo ranking, i primi 3 sono distretti tedeschi. Bergamo - conclude Scaglia si conferma distretto a forte vocazione per l'export, con una previsione di crescita 2020-2023 del 282% (recuperando la contrazione dovuta alla pandemia). In merito al bilancio commerciale Bergamo rappresenta il 12,6% del saldo positivo della bilancia commerciale del Paese».

Le somiglianze

La Lombardia e il Baden-Württemberg condividono inoltre un tessuto economico molto simile, caratterizzato da una forte industrializzazione, e la fornitura bergamasca è tra quelle più strettamente legate alla Germania: un altro fattore-chiave alla base del gemellaggio tra Bergamo e Ludwigsburg. «Il periodo di emergenza sanitaria che ci stiamo lasciando progressivamente alle spalle - commenta Buck - ci ricorda l'importanza di partnership solide e concrete, in grado di superare anche le fasi più complesse: è proprio questo il caso del legame tra Italia e Germania e, in particolare, tra Lombardia e Baden-Württemberg. Ci troviamo oggi in uno dei territori più duramente colpiti dalla pandemia ed è proprio partendo da realtà come quella bergamasca, forte di una grande tradizione industriale e di una profonda interconnessione con i partner tedeschi, che la partnership tra i nostri due Paesi tornerà a prosperare dopo la crisi».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti