ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl risiko delle tv

Bertelsmann ci ripensa: M6 non si vende più, niente di fatto per Mfe e Niel

L’annuncio del gruppo tedesco che detiene il 48% circa dei canali tv francesi

di Redazione Finanza

(REUTERS)

1' di lettura

Seconda fumata nera in poche settimane per M6, l’emittente televisiva francese in cerca di un’integrazione societaria. Doveva finire ai connazionali di Tf1, ma l’Antitrust ha fatto cambiare idea, riaprendo una gara che aveva catalizzato l’interesse dei principali player di settore in Europa.

E invece, «Rtl-Bertelsmann ha deciso di mantenere la sua quota di controllo nel gruppo M6», ha annunciato il gruppo tedesco che detiene il 48% circa dei canali tv francesi per i quali la scorsa settimana aveva raccolto offerte non vincolanti da diversi operatori a cominciare da MediaForEurope affiancata da Xavier Niel.

Loading...

«La decisione segue una revisione delle opzioni strategiche dopo che il gruppo ha ricevuto offerte attrattive sotto il profilo finanziario per il suo 48,3% di M6», si legge in una nota. «Continueremo a perseguire la nostra strategia per costruire gruppi media nazionali di grandezza sufficiente per competere con le piattaforme Usa», ha commentato il ceo Thomas Rabe.

Secondo le indiscrezioni la cordata Mfe-Niel, così come quella guidata da Stephane Courbit, avevano valorizzato la quota di Rtl circa 1,2 miliardi di euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti