ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLotta alle povertà educative

Bianchi sblocca i primi 500 milioni per contrastare la dispersione scolastica

Firmato il decreto: oltre il 50% dei fondi destinato al Sud.

di Cl.T.

(AdobeStock)

1' di lettura

Patrizio Bianchi sblocca i primi 500 milioni per contrastare dispersione scolastica e povertà educative. «Ho firmato il decreto di riparto alle scuole - ha annunciato su Facebook il ministro dell’Istruzione -. Si tratta di un finanziamento molto importante, che mette al centro i più fragili e che ci aiuterà a costruire una scuola più aperta, inclusiva e affettuosa. Prenderemo per mano quelle ragazze e quei ragazzi che, molto spesso per motivi socio-economici, hanno difficoltà nella prosecuzione del loro percorso di studi e per questo rischiano di lasciare precocemente o, purtroppo, lo fanno».

Le novità Pnrr

Oltre il 50% dei fondi è destinato alle scuole del Sud. L’azione è prevista dal Pnrr che, complessivamente, stanzia 1,5 miliardi per l’intervento, con l’obiettivo di recuperare 820mila ragazzi.

Loading...

Le attività da mettere in campo

«Questa prima tranche di fondi riguarda la fascia 12-18 anni, quella più a rischio - ha spiegato Bianchi -. Sono risorse che le nostre scuole secondarie di primo e secondo grado potranno usare per garantire un percorso di forte accompagnamento a chi è più a rischio, attraverso attività dedicate, progetti di tutoring, una formazione personalizzata, anche in raccordo con le realtà che già operano sui territori e contribuiscono fattivamente a evitare che in molti lascino la scuola precocemente».


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati