ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùusa e cina

Biden preme sull’Europa per frenare accordi con Cina e aprire fronte comune su Pechino

Il consigliere per la sicurezza nazionale del prossimo Presidente chiede consultazioni con gli alleati sulle preoccupazioni per gli abusi cinesi

di Marco Valsania

default onloading pic
Usa, il presidente eletto Joe Biden - Reuters

Il consigliere per la sicurezza nazionale del prossimo Presidente chiede consultazioni con gli alleati sulle preoccupazioni per gli abusi cinesi


2' di lettura

Il Presidente eletto americano Joe Biden fa pressioni sull'Unione Europea affinchè rallenti eccessive marce di avvicinamento alla Cina, a cominciare dall'accordo sugli investimenti oggi in discussione. L'opposizione americana fa leva anzitutto sul dramma irrisolto del lavoro forzato e degli abusi dei diritti umani nella grande potenza asiatica, un aspetto che solleva polemiche anche sul Vecchio continente. Ma l'obiettivo della prossima amministrazione statunitense è in realtà più ampio, spingere per una nuova strategia multilaterale che sviluppi un fronte comune e affronti così il nodo dei rapporti con la Cina. Un approccio distante dalle mosse unilaterali e nazionaliste di Donald Trump.

Sullivan prende posizione

La posizione è stata articolata in queste ore dal consigliere per la sicurezza nazionale nominato da Biden, Jake Sullivan. Via tweet, Sullivan ha invitato gli europei di fatto a nuove consultazioni transatlantiche. Più in dettaglio ha proposto “consultazioni al più presto con i nostri alleati europei sulle comuni preoccupazioni a proposito delle pratiche economiche cinesi”.

Loading...

Un accordo malvisto

L'accordo negoziato per sette anni dall'UE e che appare in dirittura d’arrivo, il Comprehensive Agreement on Investment, intende aprire i mercati della Cina e superare comportamenti oggi considerati discriminatori. E' però finito sotto tiro davanti ai giri di vite di Pechino nella sicurezza e contro il dissenso a Hong e non solo, oltre che per le violazioni dei diritti umani. Riflettori internazionali sull'uso di lavoro forzato sono stati accesi nella provincia di Xinjiang, ai danni in particolare dell'etnia degli Uiguri. I critici ritengono che una simile intesa con la UE adesso rappresenterebbe un successo politico e simbolico per le autorità cinesi.

Cina: arresto reporter Bloomberg affare interno, no interferenze

Biden vuole incalzare Pechino

Biden, da quanto emerso durante la campagna elettorale americana, intende mantenere un atteggiamento duro con Pechino, ma utilizzando le armi della diplomazia e delle alleanze con i partner. L'avanzata tecnologica e economica di Pechino innervosisce Washington, come anche la sua crescente aggressività strategica e militare nella regione asiatica. La resistenza a Pechino ha messo radici bipartisan in Congresso: di recente sono state approvate leggi per imporre maggior trasparenza alle finanze delle società cinesi quotate a Wall Street, che rischieranno altrimenti un delisting nei prossimi anni. Provvedimenti sono inoltre scattati nei confronti di oltre trenta aziende considerate strettamente legate all'apparato militare di Pechino: investitori americani non potranno comprare i titoli delle società in questa lista nera dal finire dell'anno prossimo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti