L’appuntamento

Biennale Architettura: da edizione 2021 sfida per le città post-pandemia

Dopo il successo dell'edizione 2020 della Mostra del Cinema di Venezia, la Biennale di Venezia ci riprova - dopo un anno - con Architettura dal 22 maggio al 21 novembre

di Gerardo Pelosi

3' di lettura

Dopo il successo dell'edizione 2020 della Mostra del Cinema di Venezia (rigidi protocolli sanitari che non hanno ridimensionato troppo la rassegna) la Biennale di Venezia ci riprova - dopo un anno - con Architettura dal 22 maggio al 21 novembre. La 17a Mostra Internazionale di Architettura dal titolo How will we live together? curata da Hashim Sarkis si articolerà tra il Padiglione Centrale ai Giardini, l'Arsenale e Forte Marghera, progetti di 113 partecipanti provenienti da 46 Paesi, con rappresentanze crescenti da Africa, America Latina e Asia. Sarà uno sguardo sul mondo dopo la pandemia, un osservatorio sulle nuove sostenibilità come hanno ricordato presentando il Padiglione Italia della mostra il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini il presidente della Biennale Roberto Cicutto e il curatore del padiglione Melis.

Franceschini: oggi si costruirebbero diversamente gli spazi comuni

Per Franceschini la partecipazione alla Mostra è una grande sfida di sperimentazione e innovazione e si inserisce nella strategia più ampia del ministero della Cultura sulla rigenerazione urbana. Per il ministro «non c'è soltanto il tema centrale e prioritario delle conseguenze e dei rischi dovuti al cambiamento climatico, ma arriva anche un mondo post-pandemia. Nessuno di noi sa se questa frattura così profonda nelle nostre vite individuali e collettive che ha innestato nuove paure e nuove abitudini, si chiuderà come una parentesi quando le cose torneranno come prima o, viceversa, se molte cose cambiante durante la pandemia resteranno nei comportamenti personali e sociali». Il ministro della Cultura osserva che «se ora si costruissero parti nuove delle città, si costruirebbero in modo diverso, perché diverse sono le domande. Abbiamo scoperto cosa significhi comunità, in città e palazzi che non avevano punti di contatto: ebbene, la ricerca di sicurezza ha fatto riscoprire le piccole comunità di condominio e le identità di quartiere: forse oggi si costruirebbero in modo diverso gli spazi comuni».

Loading...

Cicutto: ci saranno richiesti gli stessi sacrifici della Mostra del cinema 2020

La Mostra di Melis del Padiglione Italia secondo il presidente della Biennale Cicutto ha come tema la resilienza anticipando i temi della crisi climatica aggravata dalla crisi sanitaria. «Ci saranno richiesti sacrifici- aggiunge Cicutto - rispetto delle regole, distanziamenti e obblighi di mascherina, sensi unici all'ingresso ma sono sacrifici che già lo scorso anno per la Mostra internazionale del Cinema sono stati sopportati con molta responsabilità e direi persino con piacere, perché esserci era un piacere». Cicutto mette in rilievo «la transnazionalità della Biennale: l'Italia non si è ritagliata un ruolo di privilegio ma si è voluta mettere al pari degli altri padiglioni».

Investimento di 600mila euro per il Padiglione Italia

Per il direttore generale di Creatività contemporanea del Ministero dei beni culturali Onofrio Cutaia, «il Padiglione Italia, con un investimento di 600.000 euro e 1.200 mq di estensione con 900 mq esterni, vuole essere un laboratorio di ricerca, con una visione condivisa, partecipata e plurale». Una mostra quella di Melis tutta all'insegna della contaminazione tra genetisti e scienziati dell'ambiente, teatranti e firme del fumetto. Per il suo Padiglione Italia Alessandro Melis ha chiamato a raccolta diverse personalità. Tutti, in forza del titolo che è appunto quello di “Comunità resilienti”, con un comune obiettivo: quello di dimostrare che la resilienza, anche quella delle comunità urbane, sta nella capacità di diversificare, di plasmarsi e di rifondarsi. Come il genoma e come il cervello umano. Una «giungla abitata da strane creature», come la definisce il curatore, dove proprio in sintonia con la natura tutto è riciclato, «a impatto Co2 quasi a zero».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti