ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùIl caso

Biglietto per Mosca pagato da ambasciata russa, bufera su Salvini. Berlusconi: «Polemica senza senso»

La precisazione dell’ambasciata cade alla vigilia della tornata elettorale per le amministrative. E inevitabilmente, riaccende lo scontro politico con Pd ed M5s che caricano a testa bassa il leader della Lega

Aggiornato il 12 giugno 2022, ore 12.00

Salvini: "Pace con Meloni? Mai litigato, nel 2023 al governo insieme"

3' di lettura

L’ambasciata russa in Italia ha «assistito Matteo Salvini e le persone che lo accompagnavano nell’acquisto dei biglietti aerei per il suo viaggio a Mosca previsto per il 29 maggio». La precisazione dell’ambasciata arriva proprio il sabato della vigilia della tornata elettorale per le amministrative. E inevitabilmente, riaccende lo scontro politico in un momento che dovrebbe essere in teoria dedicato al silenzio elettorale. Mentre Salvini dice che il biglietto è stato pagato dalla Lega e minaccia querela.

Le critiche del centrosinistra

Pd ed M5s caricano a testa bassa, con la capogruppo dem al Senato, Simona Malpezzi, che chiede chiarimenti al leader leghista sulle «gravi ambiguità» che emergerebbero dal viaggio programmato in Russia. Un concetto rilanciato in maniera più irridente dal senatore pentastellato Gianluca Castaldi, che ironicamente parla di «viaggio Papeete-Mosca». Mentre un’altra parlamentare Pd, Lia Quartapelle chiede più direttamente cosa andasse a fare Salvini lì. Acidi anche i commenti di Matteo Renzi e Carlo Calenda. «Peccato il biglietto di andata e ritorno»,commenta il primo; «Salvini è pericoloso per la sicurezza nazionale», dice il secondo.

Loading...

Ambasciata russa: soldi restituiti dopo annullamento viaggio

La prima a dare una spiegazione è proprio l’Ambasciata russa a Roma. Si è trattato di una assistenza necessaria per “le sanzioni” che hanno sospeso i collegamenti Roma-Mosca e rendono difficile l’acquisto dei biglietti di Aeroflot dall’Europa. Dopo l’annullamento del viaggio «ci è stata restituita la cifra spesa: non ci vediamo nulla di illegale», si spiega in una nota facendo riferimento «alle notizie su alcuni media italiani».

A Mosca «erano pronti a incontrare il rappresentante italiano al livello appropriato». L’ambasciata russa precisa anche “che i biglietti per Mosca sarebbero stati rimborsarti” da Matteo Salvini e dal suo entourage anche nel caso in cui il viaggio fosse avvenuto.

Il ruolo di Capuano, consigliere diplomatico di Salvini

Una difesa d’ufficio che comunque riaccende i fari anche su uno dei più stretti collaboratori del “Capitano”, Antonio Capuano, per il quale il Copasir aveva già chiesto - tramite il suo presidente Adolfo Urso - una nota informativa sul suo ruolo e sui suoi eventuali rapporti di consulenza con alcune ambasciate estere in Italia. L’ex deputato viene definito consigliere diplomatico di Salvini ed indicato dai media e in ambienti politici come l’organizzatore del viaggio a Mosca.

Salvini: viaggio a Mosca pagato dalla Lega

“Il viaggio è stato pagato dalla Lega, io non ho dei rubli e non posso fare il biglietto aereo pagando con quella moneta”. Così il leader della Lega Matteo Salvini prima di votare a Milano, incalzato dai cronisti sul viaggio che doveva fare a Mosca. “Ho lavorato e sto lavorando per la pace a testa alta a nostre spese, economiche e politiche - ha aggiunto - e lo farò ancora nei prossimi giorni”. Poi se qualcuno “fa insinuazioni strane su questioni economiche - ha continuato Salvini - ne parleranno gli avvocati perché ci metto la faccia e il portafoglio”.

Salvini: querelo chi fa insinuazioni su viaggio a Mosca

Intanto Salvini ha dato mandato ai suoi legali di querelare chi, a partire da media e politici, ha fatto o sta facendo insinuazioni e accuse a proposito del possibile viaggio a Mosca.A differenza di un gruppo editoriale che per anni ha distribuito in allegato “Russia Oggi” - fa sapere il leader leghista - la Lega non ha e non ha avuto accordi economici di alcun tipo con Mosca. Le spese per il possibile viaggio aereo sono state interamente pagate dalla Lega, come confermato e spiegato chiaramente dall’ufficio stampa dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia. Nessun biglietto omaggio del Cremlino, quindi, e «nessun viaggio pagato da Mosca».

Berlusconi: polemica senza senso

“Mi sembra che sia una polemica del tutto inutile e senza senso. Come tante cose che fanno addosso a noi che sono senza senso”. Così Silvio Berlusconi ha commentato le polemiche su questa vicenda a margine del voto per il referendum.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti