ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCompagnie aeree

Bill Gates fa decollare il settore dei jet privati

L’opa su Signature Aviation ha attratto l’interesse dei grandi fondi. Nell’anno del Covid, il traffico del settore è sceso del 25% rispetto al crollo dell’87% delle low cost e del 71% delle leading companies.

di Mara Monti

default onloading pic

L’opa su Signature Aviation ha attratto l’interesse dei grandi fondi. Nell’anno del Covid, il traffico del settore è sceso del 25% rispetto al crollo dell’87% delle low cost e del 71% delle leading companies.


3' di lettura

La battaglia per il controllo della compagnia inglese di servizi per jet privati Signature Aviation è ancora aperta. Venerdì scorso l’ultimo rilancio del fondo di private equity Blackstone e di Bill Gates che attraverso Cascade controlla il 19% del vettore. Ora si attende la risposta della cordata avversaria guidata da un altro colosso del private equity il fondo Carlye, il quale ha fatto sapere di volere valutare l’offerta. La partita sembra ormai chiusa dal momento che Global Infastrucure Partners (GIP) azionista dell’aeroporto di Gatwick (49,9%), il primo ad avere aperto la scalata, si è schierato al fianco della cordata di Bill Gates. Il titolo di Signature Aviation che con l’offerta viene valorizzato 3,5 miliardi di sterline, è salito del 60% da quando è iniziata la battaglia per il controllo, circa un mese fa.

L'interesse scaturito da Signature Aviation, in una fase di grave sofferenza per il trasporto aereo, è dovuto anche all’andamento in controtendenza del traffico di jet privati rispetto al resto del settore durante la pandemia e il blocco dei collegamenti aerei causati dalle restrizioni introdotte dai governi per limitare la diffusione del virus. Restrizioni che non accennano a diminuire alla luce delle nuove varianti del virus.

Loading...

Per manager e facoltosi clienti l’utilizzo di jet privati è stata una alternativa: secondo i dati di Eurocontrol, l’agenzia europea per il controllo del traffico aereo, nell’anno della pandemia, il traffico business dei jet privati è calato soltanto del 25% rispetto a quello delle compagnie low cost crollato dell’87% e delle leading companies del 71%. Meglio ha fatto il settore charter e degli aero-taxi (-9 per cento). L’unico settore ad avere performato meglio rispetto ad un anno fa è quello cargo che ha registrato tassi di traffico in crescita del 10 per cento.

TRAFFICO PER CATEGORIE DI BUSINESS

Variazioni giornaliere; (Fonte: Eurocontrol )

TRAFFICO PER CATEGORIE DI BUSINESS

In linea con il settore è il terminal Milano Prime gestito da SEA Prime, primo gestore italiano di business aviation: nel 2020 il calo si è fermato al 30%, in linea con i principali scali europei e con il mercato italiano della business Aviation. Dopo il calo significato nei mesi del primo lockdown, la ripresa nei mesi estivi e una buona tenuta nel Q4 sia pure con livelli inferiori al 2019.

Su questa scia si inseriscono le compagnie di jet privati, come l’inglese FlexJet che vola in Europa, Middle East e New York. Su Milano dove il vettore ha il suo centro di manutenzione della sua flotta che conta 150 aerei del tipo Gulfstream G650, Legacy 500 e Praetor 600, FlexJet ha visto crescere il traffico leasure del 95% tra luglio e dicembre rispetto al semestre precedente e soltanto del 31% quello business. «Nell’anno appena concluso le ore volate del nostro network sono aumentate del 7% rispetto all’anno precedente - ha detto Marine Eugène, managing director Europe di FlexJet al Sole 24 Ore -. Nonostante la crisi abbiamo continuate ad investire nella flotta con ordini per 1,4 miliardi di dollari tra cui Embraer Executive Jets : gli ultimi entrati a novembre sono stati due Praetor 600 e un Legacy 500». L’anno appena iniziato continua ad essere di sfida per il trasporto aereo: la Iata (International Air Transport Association) ha rivisto al ribasso le previsioni in quanto la ripresa sarà più lenta del previsto. Nessuno si fa illusioni dal momento che il traffico business continuerà ad essere il grande assente: per chi offre servizi di jet privati la sfida è ancora aperta.

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti