consulenza

Bip fa shopping in Brasile: entra nel gruppo Fbm consultoria

L’operazione rappresenta un tassello della strategia di crescita internazionale del Gruppo che si svilupperà in Francia, Regno Unito, Germania, Brasile e successivamente negli Stati Uniti

di Cristina Casadei


default onloading pic
(Adobe Stock)

2' di lettura


Nuovo acquisto per la multinazionale della consulenza Bip ( Business Integration Partners) che ha annunciato l’ingresso nel gruppo di FBM Consultoria, società di consulenza brasiliana focalizzata in servizi ai clienti nel settore finanziario. Il Brasile, dove è presente dal 2010, rappresenta per Bip il secondo mercato più grande, con circa il 15% del team globale. Attraverso quest’operazione, Bip prevede di crescere in Brasile di oltre il 30% e di assumere ulteriori 100 professionisti entro il 2020.

Lo sviluppo di Bip in Brasile rappresenta un tassello della strategia di crescita internazionale del Gruppo. Nel 2018 il fondo di private equity Apax Partners ha contribuito con un investimento di oltre 200 milioni di euro per incrementare la crescita internazionale Bip, che solo lo scorso luglio Bip aveva annunciato l’incorporazione di due partner e venti
consulenti provenienti da KPMG in Spagna. L’ex partner di KPMG, Jesús Ruiz, ha assunto il ruolo di ceo di Bip Iberia. Il piano strategico di Bip prevede centinaia di assunzioni in Europa e oltre 100 milioni di euro di investimenti nell’acquisizione di società di consulenza. Le prossime operazioni avranno luogo in Francia, Regno Unito, Germania, Brasile e
successivamente negli Stati Uniti, fanno sapere dalla società.

Con l’operazione brasiliana, Bip, che ha il suo headquarter a Milano ed è presente in Brasile con circa 130 professionisti, creerà una società con oltre 400 professionisti. A supportare i partner brasiliani nel raggiungimento degli obiettivi di crescita ci sarà il senior partner di Bip, Andrea Airaghi. «Oltre all’integrazione di un nuovo segmento di business nel settore della consulenza, quest’operazione rafforza ulteriormente il ruolo e le competenze di Bip in ambito data science, big data e analisi statistica», spiega Flávio Menezes, partner di Bip in Brasile. Unendo l’esperienza di xScience, il centro di eccellenza del Gruppo focalizzato nella trasformazione digitale, al nuovo team di FBM, Bip consolida il proprio posizionamento di leader nel seguire le aziende nei processi di ricerca e adozione di soluzioni tecnologiche disruptive.
Bip è stata fondata nel 2003 in Italia dall’attuale presidente Nino Lo Bianco e dagli amministratori delegati Carlo Capè e Fabio Troiani ed è presente in Brasile dal 2010, dove supporta le grandi aziende attraverso progetti strategici e di trasformazione, in particolare nei settori Energy & Utilities, Telecomunicazioni, Financial Services, Pubblica Amministrazione, Beni di consumo, Manufacturing.
Nel 2018 Bip ha raggiunto 220 milioni di euro di fatturato globale e conta oggi oltre 2500 professionisti e 12 uffici nei principali paesi europei, americani e mediorientali. «L’operazione in Brasile rappresenta il punto di partenza dal quale intendiamo raggiungere una posizione di leadership e di riferimento nel mercato della trasformazione digitale latinoamericana», commenta Carlo Capè, amministratore delegato di Bip Group. «La visione di Bip può essere definita audace. Puntiamo ad essere tra le prime società di consulenza a livello globale».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...