Proteste contro il regime

Birmania, camion esercito investe manifestanti: almeno 5 morti

La marcia era una delle manifestazioni nel paese in vista del primo verdetto di una decina di casi penali contro la leader Aung San Suu Kyi

Birmania, Aung San Suu Kyi incriminata anche per frodi elettorali

1' di lettura

Un veicolo dell’esercito si è scagliato contro una marcia pacifica di manifestanti anti-governativi nella più grande città della Birmania, Yangon, uccidendo almeno cinque persone, secondo i media internazionali. La marcia è stata una delle tre tenutesi domenica a Yangon, riporta Ap, e manifestazioni simili sono state segnalate in altre parti del Paese un giorno prima del verdetto previsto nel primo di una decina di casi penali contro la leader Aung San Suu Kyi.

Un testimone ha detto ad Ap che i manifestanti erano sulla sua strada da appena due minuti quando il camion militare li ha investiti. «Circa cinque soldati armati sono scesi dal veicolo e hanno inseguito i manifestanti», ha detto il testimone, «Hanno aperto il fuoco e arrestato anche dei giovani che sono stati investiti dall’auto. Almeno 10 persone sono state arrestate».

Loading...

Circa 30 persone hanno preso parte alla marcia, secondo un membro dello Yangon People’s Strike, il gruppo di resistenza locale che l’ha organizzata. Video pubblicati online mostrano i manifestanti con cartelli con l’immagine di Suu Kyi che chiedono l’immediato rilascio dei leader civili detenuti nel Paese.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti