Criptovalute: bitcoin e le altre

MONETE VIRTUALI

Bitcoin, crollo del 40% in due giorni. Giù tutte le criptovalute

di Pierangelo Soldavini


default onloading pic
(REUTERS)

2' di lettura

La flessione avviata giovedì si è accentuata nella notte e il Bitcoin sta vivendo una delle sue sedute peggiori, con una flessione di quasi 4mila dollari sulla giornata. La moneta virtuale è scivolata sotto quota 12mila dollari contro i 15.800 precedenti, con una flessione che porta a oltre il 40% le perdite dal picco poco sotto quota 20.000 dollari toccato solo domenica scorsa. Si tratta della sua peggior settimana dal 2013.

Anche in questo caso non ci sono motivi particolari per la vistosa correzione, pur tra altissima volatilità e con scambi sempre sostenuti, attorno ai 50 miliardi di dollari per l'intero comparto delle criptovalute, equivalente al turnover di una seduta giornaliera del Nyse.

A picco anche il mercato dei futures
La «rotta» del bitcoin si estende al mercato dei future, dove ha debuttato da pochi giorni: al Cboe il contratto della valuta virtuale con scadenza a un mese, dopo un breve stop dettato dall’eccesso di vendite, è ora scambiato a 12.265 dollari, in caduta del 20 per cento rispetto a ieri. Stesso copione al Cme, l'exchange di Chicago che domenica scorsa ha lanciato il suo primo future sul Bitcoin: sospesi gli scambi per eccesso di ribasso. Il derivato cede il 21% a 12.320 dollari.

A dare il via alle vendite su bitcoin è stato in settimana lo spostamento improvviso su Bitcoin Cash , la valuta nata lo scorso agosto da una scissione della blockchain di Bitcoin, dopo che Coinbase, una delle piattaforme maggiori di exchange che finora si era rifiutata di trattare il Cash, ha annunciato mercoledì di avviare la quotazione del rivale di Bitcoin. La decisione ha fatto scattare un'ondata di vendite su Bitcoin per spostare fondi sul Cash, arrivato quasi a triplicare il valore in poche ore, tanto da costringere la stessa Coinbase a sospendere gli scambi e ad avviare un'inchiesta per sospetto insider trading.
Insieme a bitcoin tutte le altre maggiori criptovalute segnano oggi flessioni marcate, generalmente superiori al 20%, con una capitalizzazione complessiva scivolata a 520 miliardi di dollari.

Dieci cose da sapere sul bitcoin

Stesso copione per i titoli azionari che avevano cavalcato l’onda dei bitcoin: Long Blockchain, Overstock.com, Riot Blockchain e Marathon Patent Group hanno accusato flessioni comprese tra il 9 e il 23 per cento. Inoltre l'ondata crescente di vendite, tra prezzi in altalena, ho indotto Coinbase, la più popolare piattaforma Usa per criptovalute, a sospendere del tutto il trading.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti