critopvalute

Bitcoin rompe gli indugi: balza sopra 22mila dollari al nuovo record

Superata la soglia di resistenza tra scambi per oltre 36 miliardi di dollari, per una capitalizzazione di 380 miliardi

di P.Sol.

default onloading pic
Reuters

Superata la soglia di resistenza tra scambi per oltre 36 miliardi di dollari, per una capitalizzazione di 380 miliardi


2' di lettura

Alla terza volta ce l’ha fatta e dopo aver preso la rincorsa il bitcoin è riuscito a superare la soglia di resistenza a quota 20mila dollari balzando al suo nuovo massimo storico (aggiornato giovedì a 22mila): A metà pomeriggio è scambiato attorno a quota 20.500, con un balzo superiore al 10% nel corso della giornata. E una rivalutazione superiore al 180% da inizio anno.

A fine novembre la criptovaluta aveva superato il picco precedente del dicembre 2017, arrivando fino a 19.600, ma la resistenza tecnica aveva avuto la meglio. La settimana successiva ci aveva riprovato per essere respinto di nuovo. Questa volta la domanda crescente di investitori anche istituzionali ha permesso di superare di slancio la soglia dei 20mila dollari, con un volume di scambi di 36 miliardi di dollari.

Loading...

A questi livelli la capitalizzazione di bitcoin è pari a circa 380 miliardi di dollari, il 64% dell’intero valore di mercato delle criptovalute.

Tre anni fa il picco toccato a un passo dai 20mila dollari era stato seguito dallo scoppio della bolla che aveva fatto precipitare a meno della metà le quotazioni in meno di un mese. Questa volta il rialzo sembra sostenuto da una richiesta reale da parte della domanda al dettaglio e istituzionale in un mercato che appare più strutturato e in cui diversi attori si stanno aprendo a questa nuova asset class.

L’ultimo slancio delle quotazioni, partito a metà ottobre, ha coinciso con l’annuncio di PayPal che inizierà ad accettare bitcoin come strumento di pagamento a partire dal prossimo anno.

Proprio martedì, in Italia, Banca Generali ha annunciato l’ingresso nel capitale di Conio, startup attiva nella custodia e nei servizi legati a bitcoin, che fornirà ai clienti dell’istituto servizi di facile utilizzo per l’acquisto e la vendita di bitcoin come asset class di investimento. Perché sarà con ogni probabilità più questo il ruolo dell’”oro digitale” piuttosto che quello di mezzo di pagamento.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti