Tre giorni

Blinken a Roma: «Forte rapporto tra Stati Uniti e Italia»

Il capo della diplomazia americana incontra anche il ministro degli Esteri israeliano Lapid che esprime «forti riserve sul negoziato con l’Iran»

A Berlino Blinken e Maas insieme contro i rigurgiti anti-semiti

2' di lettura

Medio Oriente, lotta al terrorismo, G20, rapporti Italia-Usa. Il segretario di stato americano Antony Blinken è arrivato a Roma con una fitta agenda di impegni, per una tre giorni in Italia all’insegna del ritrovato attivismo dell’amministrazione Biden oltre Atlantico e sulle questioni globali. «Felice di essere in Italia per sottolineare l’importanza dell’unità transatlantica ed il forte rapporto tra Italia e Stati Uniti» ha scritto su Twitter appena giunto nella capitale italiana.

L’incontro con Di Maio

Il capo della diplomazia americana ha incontrato il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Villa Madama. «Durante l’incontro con il Segretario di Stato Usa Blinken - ha riferito Di Maio - , abbiamo iniziato a tracciare i punti centrali che tratteremo domani» nel corso della ministeriale anti-Daesh. La riunione anti-Daesh, organizzata per la prima volta in Italia e presieduta assieme agli Usa, avrà un «focus sul contrasto al terrorismo, fondamentale per bloccare attentati e immigrazione irregolare» ha spiegato Di Maio

Loading...

Lapid a Blinken: «Forti riserve sul negoziato con l’Iran»

Blinken ha visto anche il neo ministro degli Esteri israeliano, Yair Lapid: nel primo faccia a faccia tra il nuovo governo post-Netanyahu e l’amministrazione Usa Lapid ha espresso «forti riserve» all’omologo americano sulla ripresa dei negoziati per il rientro degli Stati Uniti nell’accordo internazionale sul nucleare iraniano.

In apertura dell’incontro con il segretario di Stato Usa Lapid, riferendosi alla passata politica estera di Benyamin Netanyahu, ha detto che in questi anni sono stati compiuti degli «errori» dei legami con gli Usa e «lo status bipartisan di Israele è stato compromesso. Lo aggiusteremo insieme». Lapid ha poi ricordato di aver parlato sia con i Democratici sia con i Repubblicani in questi ultimi giorni. «Ho ricordato loro che Israele condivide i maggiori valori di base degli Usa: libertà, democrazia e pace».

Ricevimento in Vaticano

Lunedì 28 giugno Blinken sarà ricevuto da papa Francesco, poi co-presiederà con Di Maio la riunione della Coalizione anti-Isis alla nuova fiera di Roma: si tratterà della prima volta che l’Italia ospita una riunione della Coalizione, a due anni dall’ultimo appuntamento a Washington.

La chiusura a Matera

Martedì 29 giugno Blinken chiuderà a Matera partecipando al G20 Esteri, a presidenza italiana. L’agenda italiana si fonda su tre pilastri d’azione: persone, pianeta, prosperità. E quindi la risposta internazionale alla pandemia, la ripresa rapida dell’economia mondiale fondata sulle necessità delle persone, dei più vulnerabili, delle donne e dei giovani, ed uno sviluppo sostenibile a protezione della stabilità climatica. Obiettivi che Roma vuole raggiungere con un rinnovato multilateralismo, potendo contare anche sul nuovo approccio dell’amministrazione Biden che ha abbandonato l’isolazionismo dell’era Trump.

Di Maio: mostreremo al mondo Italia pronta a sfide globali

«Mostreremo ai grandi della Terra un Paese all’altezza delle più importanti sfide globali, a partire dalla transizione ecologica» scrive sul Fb il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, ricordando che lunedì 28 giugno «inizia una tre giorni che renderà il nostro Paese crocevia di importanti decisioni a livello globale». Eventi internazionali a cui parteciperanno circa 100 delegazioni internazionali.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti