ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùStudio Sda Bocconi

Blockchain e metaverso spingono investimenti in startup

Secondo lo studio Sda Bocconi le tecnologie, ormai consolidate sono intelligenza artificiale e cloud computing. In ascesa la blockchain

di L.Tre.

L'evoluzione della customer experience tra phygital e Metaverso

3' di lettura

L’anno passato e il primo quadrimestre del 2022 hanno rappresentato un deciso cambio di passo sul fronte degli investimenti nelle startup che popolano il mondo digitale. È quanto emerge da “Follow the money”, la rilevazione del Digital Enterprise Value and Organization Lab (DEVO Lab) di SDA Bocconi. I ricercatori hanno analizzato l’orientamento degli ultimi cinque anni, dal 2017 al primo trimestre del 2022, degli investimenti (venture capital e angel investor) nelle startup globali legate alle tecnologie digitali. Sono state prese in considerazione 73.592 aziende e un totale di 4 mila miliardi di dollari di investimenti.

Usando come discriminante gli investimenti maggiori di 500 mila dollari, sono state passate al setaccio più di 140 mila transazioni per un totale di 4 mila miliardi di dollari di investimenti. Il panorama che ne viene dipinto vede in primo piano tre attori principali: le tecnologie, ormai consolidate, di intelligenza artificiale e cloud computing, l’ascesa prepotente delle tecnologie blockchain e l’esplosione di due trend che si nutrono di queste varie tecnologie: il metaverso e il web 3.0. «Ciò che ne abbiamo tratto – spiegano Gianluca Salviotti e Leonardo Maria De Rossi, rispettivamente coordinatore operativo del DEVO Lab e coordinatore del filone blockchain del laboratorio – è che, pur considerando una crescita generale del mercato del 100%, il 2021 ha rappresentato l’esplosione degli investimenti un po’ in tutti i settori legati alle tecnologie digitali».

Loading...
LE TECNOLOGIE PIÙ FINANZIATE NEL MONDO

Gli investimenti in tecnologie globali. In miliardi di dollari

Loading...

I numeri.

A guidare questo fermento generale degli investimenti, le imprese legate all’AI, che passano dai 36 miliardi di dollari raccolti nel 2020 agli 82 del 2021 (soprattutto attraverso investimenti late-stage, a dimostrazione del fatto che siano tecnologie ormai ben consolidate), seguite dalle imprese che operano nel cloud, che aumentano gli investimenti dai 15 miliardi del 2020 ai 43 del 2021. Spicca anche la blockchain, settore nel quale le imprese, nel 2021, raccolgono 35 miliardi (erano appena 3 nel 2020). Guardando alle percentuali di crescita, è proprio la blockchain a segnare l’unico aumento a quattro cifre: +1.118% del 2021 sul 2020, seguito dal +354% del 3D printing, dal +277% della tecnologia satellitare, dal +225% della computer vision (una delle tecnologie dietro alle auto a guida autonoma, per esempio) e al + 185% del cloud computing.

CHI È CRESCIUTO DI PIÙ

La crescita degli investimenti per tecnologia. In %

Loading...

Male il 5G ma è fisiologico

L’unico arretramento che si registra è quello degli investimenti nella tecnologia 5G. Tuttavia, tale arretramento sarebbe “fisiologico”, spiega Salviotti. «Il 5G è una tecnologia che a oggi ha bisogno ancora di una solida infrastruttura portante, la cui realizzazione è nelle mani di un ristretto numero di aziende, come gli operatori telefonici nazionali o alcuni grandi digital incumbent ed è dunque difficile che ci sia spazio per aziende più piccole come le startup, oggetto di questa ricerca».

I rischi della blockchain

«Tuttavia, attenzione – osserva De Rossi, – la blockchain è una tecnologia piena di imbonitori e progetti poco trasparenti. Seguire gli investimenti degli altri alla cieca potrebbe essere un rischio». Guardando più nel dettaglio nel settore blockchain, lo studio “Follow the money” mostra come il successo di questa tecnologia abbia portato, a cascata, anche a quello dei Non Fungible Token (NFT), le cui imprese collegate sono passate dal raccogliere appena 44 milioni di dollari nel primo trimestre 2021 all’1,77 miliardi raccolti nel corrispondente periodo del 2022. Infine, il capitolo metaverso e web 3.0 (ossia, il web decentralizzato basato su blockchain). Qui, si tratta di trend tecnologici, più che di tecnologie vere e proprie, poiché ciascuno di essi in realtà sfrutta diversi elementi. Ciò non toglie che siano queste le tendenze del momento: da quando Facebook ha annunciato il cambiamento del proprio nome in Meta, infatti, gli investimenti in società che dichiarano di occuparsi di metaverso hanno visto un +4.500%, con un’esplosione tra terzo e quarto trimestre del 2021. Un simile fermento si è poi registrato anche in ambito web 3.0, che ha visto crescere gli investimenti del 500% tra il 2020 e il 2021 (da 26 a 157 milioni) e del 145% tra il 2021 e il solo primo trimestre del 2022 (da 157 a 385 milioni). «Il 2021 è stata quindi un’annata incredibile dal punto di vista degli investimenti nelle imprese dei settori digitali», chiosano gli autori. «L’AI e il cloud computing, tecnologie mature, si confermano ancora grandi collettori di risorse, anche perché sono abilitatori di tante altre applicazioni. La blockchain è senza dubbio la tecnologia che ha visto l’incremento maggiore e che ha trainato l'interesse per gli NFT. Infine, il metaverso è la vera bomba che è esplosa dal punto di vista degli investimenti in startup».


Riproduzione riservata ©

  • Luca TremoladaGiornalista

    Luogo: Milano via Monte Rosa 91

    Lingue parlate: Inglese, Francese

    Argomenti: Tecnologia, scienza, finanza, startup, dati

    Premi: Premio Gabriele Lanfredini sull’informazione; Premio giornalistico State Street, categoria "Innovation"; DStars 2019, categoria journalism

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti