CAR SOFTWARE

Bmw aggiorna le auto «over the air» come gli smartphone

Al via il servizio per aggiornare la relase software al fine di garantire maggiore sicurezza e migliori funzioni di comfor

di Luca Figini

3' di lettura

Aggiornare l'auto come fosse uno smartphone. In estrema sintesi è questa la filosofia alla base dell'update di Bmw che sarà distribuito via Connected Drive in modalità ota (over the air) a partire da agosto e nei mesi successivi. Si badi bene, non è un aggiornamento “solo” del sistema di infotainment ma si tratta di un intervento ben più profondo perché coinvolge le circa 50 centraline che equipaggiano i modelli coinvolti. Segnatamente si tratta della versione 03/2019.48 del software installato in auto e si applica a tutti i modelli che vantano la relase 7.0, quindi a partire dalla X5 in poi. Non a caso le serie che riceveranno il prezioso update sono, tra le altre, Serie 3, Serie 8, Z4 e X5.

Procedura di installazione
L'aggiornamento di Bmw traccia una rotta tutta nuova nel sistema di utilizzo della connettività. Sì, perché gli interventi non riguardano solo ciò che l'utente vede dal cruscotto e dalla plancia, ma si dipanano fino a portare alla più recente versione il comportamento dei sensori, con vantaggi concreti in termini di comfort e sicurezza. Un esempio: il sistema di parcheggio automatico non emette più cicalini durante la procedura, avviene tutto in silenzio. O, ancora, l'update 03/2019.48 porta la funzione Intelligent Personal Assistant sui modelli dove non è ancora disponibile, permettendo di accedere ai comandi vocali solo pronunciando “Ciao Bmw”. Il tutto avviene senza che l'utente debba portare il veicolo dal concessionario, adottando un procedimento che mantiene sempre elevato il livello di qualità del circolante in modo automatico.

Loading...

La scelta di adottare un processo “over the air” impone una serie di specifiche che vengano rispettate quando si effettua l'update. La procedura è sostanzialmente suddivisa in due fasi. La prima di preparazione, che impiega circa 40 minuti e agisce a basso livello sulle centraline; in questo modo l'auto è verificata e preparata per accettare l'update. Che è scaricato e installato nella seconda fase, che impegna per circa 20 minuti e obbliga a lasciare il veicolo fermo, con la batteria sufficientemente carica, con il freno a mano tirato e così via. Abbiamo provato dal vivo l'operazione su una 840 e l'aggiornamento della seconda fase ha richiesto poco più di 18 minuti.

È interessante notare che tutte le operazioni possono essere monitorate dallo smartphone con l'app Connected Drive. Da questa si riceve la notifica che è disponibile l'update e quando questo è concluso. Sarà anche possibile scaricare il file di aggiornamento (circa 600 MB) direttamente sul dispositivo mobile e installarlo sulla Bmw via Wi-Fi, senza necessità di affidarsi alla connessione dati integrata nel veicolo. Per la cronaca, il download è comunque incrementale: in caso di mancanza di linea, si interrompe e riprende quando possibile da dove si è fermato.
Si può ben comprendere, dunque, come ogni veicolo di fatto riceverà un aggiornamento su misura in base alle centraline presenti, per quanto la piattaforma portante del nuovo software è uguale per tutte le Serie.

Parlando di personalizzazione, nel nuovo software è stato ulteriormente perfezionata la gestione dei profili di Connected Drive. Questi permettono di gestire dall'app e dall'auto le impostazioni personali quali posizione del sedile, programmi della radio, aria condizionata e così via. Si possono inoltre associare i profili alle chiavi elettroniche, così che il veicolo si assesti sulle specificità di ogni conducente non appena questo apre la portiera. In alternativa, sarà sufficiente selezionare il profilo personale dal cruscotto.

Sempre più ota
Con l'update 03/2019.48 Bmw vara una nuova era di aggiornamenti via “ota” (over the air) per semplificare l'aggiunta o l'integrazione di funzioni e il mantenimento di un elevato livello di sicurezza attiva e passiva dei veicoli. La base portante di questo nuovo approccio è rappresentato dalla piattaforma cloud di Bmw che monitora in tempo reale le auto e invia le notifiche per eseguire l'update. Se questo non viene eseguito volontariamente dopo un certo lasso di tempo, si procederà con una sorta di “richiamo” in officina. Per la cronaca, le officine ufficiali sono già pronte per eseguire l'aggiornamento.

Anche la politica di distribuzione della nuova release software è stata accuratamente programmata e inizierà nelle prossime settimane per protrarsi nel corso dell'autunno sulla base di un processo di copertura progressiva dei veicoli in circolazione. Bmw prevede di pubblicare fino a un massimo di tre aggiornamenti “importanti” nel corso dell'anno, che saranno da ora in poi messi a disposizione via “ota”. Con l'arrivo della nuova versione 03/2019.48 del software di gestione della Bmw saranno accessibili i servizi afferenti alla piattaforma Connected Drive, compresi quelli a pagamento. E saranno preservati gli acquisti e i piani già sottoscritti.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti