Strategie e prodotti

Bmw, approccio a 360 gradi sulle auto di nuova generazione

Monaco di Baviera rinforza lo sviluppo dell'ettrificazione di tutta la gamma. Debutta la nuova generazione del suv X1 mentre un concept anticipa la prossima Serie 4

di Massimo Mambretti


default onloading pic
La terza generazione di Serie 1, ora con trazione anteriore e potenze fino a 306 cv

3' di lettura

Partendo dal presupposto che non esiste una soluzione capace di soddisfare l’ampio spettro delle esigenze di mobilità degli automobilisti di tutto il mondo, Bmw accelera sul fronte dell’elettrificazione ma non smette di ottimizzare l’efficienza dei motori termici. Tuttavia, lo sprint presuppone l’offerta di 25 modelli elettrificati nel 2023, ovvero due anni prima rispetto a quanto inizialmente previsto, che rappresenteranno più della metà della gamma nel 2025. Ovviamente, grazie anche all’avvento di nuovi modelli full-electric come la iX3 che sarà venduta il prossimo anno, la X5 spinta da un sistema fuel-cell che debutterà nel 2022, la iNext e la i4 che saranno prodotte a partire dal 2021. Nel contempo, però, tutti gli studi indicano che la mobilità elettrificata arriverà solo al 30% nel 2025 e assegnano ai motori termici un ciclo vitale di altri 20/30 anni. Quindi, in casa Bmw powertrain elettrificati e motori a benzina e turbodiesel convivranno a lungo e, per di più, anche nelle stesse famiglie di modelli, grazie a un’architettura flessibile in grado di accoglierli indistintamente sotto le vesti di berline, station wagon, suv, sportive come promette anche la Concept4, che a Francoforte ha anticipato l’avvento della nuova serie 4, nonché modelli superprestazionali.

La Bmw X5 fuel-cell a idrogeno attesa per il 2022

Fra le prime novità ad arrivare nelle concessionarie c’è la terza generazione della serie 1. È nuova da cima a fondo tanto da nascondere anche la trazione anteriore anziché quella posteriore, sebbene offrendo anche la possibilità di optare per quella integrale xDrive.

Infatti, la nuova serie 1 poggia sull’architettura portata alla ribalta dall’attuale generazione della Mini e utilizzata anche dai suv X1 e X2. Tornando alla serie 1 va aggiunto che debutta con motori a benzina con potenze che vanno da 140 a 306 cv e turbodiesel con picchi che spaziano da 116 a 190 cv. Inoltre, la nuova serie 1 propone anche il sistema operativo Bmw 7.0 con l’assistente vocale personale intelligente.

E veniamo alla X1 che si presenta ristilizzata nelle forme ed elettrificata. Infatti, accanto alle versioni con motori a benzina con potenze che vanno da 140 a 231 cv e turbodiesel, con picchi che spaziano da 116 a 190 cv, si affiancherà l’anno prossimo una variante ibrida plug-in. Per il momento si sa che sarà spinta da un powertrain formato da un motore a benzina da 125 cv sull’asse anteriore e da un’unità elettrica con 95 cv su quello posteriore, che insieme originano anche la trazione integrale, e promette di marciare elettricamente per 50 chilometri.

La Concept4, prototipo che anticipa la futura Bmw Serie 4, caratterizzata dal doppio rene a tutta altezza

Una variante ibrida plug-in è proposta anche dalla nuova generazione della serie 3 Touring. Si tratta della 330e la cui potenza è di 252 cv, ma che la logica Xtraboost innalza sino a 293 cv, in grado di assicurare oltre 50 chilometri a emissioni zero. Nelle file della nuova station wagon debutta anche una sportiva: la M340i xDrive che offre una potenza di 374 cv.

Saliamo di categoria parlando della terza generazione della X6, che si basa sull’architettura dell’altrettanto nuova X5, proposta con gli stessi ottimizzati motori termici della precedente. Come tutte le più recenti Bmw s’impossessa di tecnologie avanzate per la sicurezza, la guida semi-autonoma di livello 2 e, ovviamente, del Live Cockpit Professional con doppio display da 12,3” e sistema operativo Bmw 7.0.

Il quadro delle novità Bmw include anche inedite sportive di taglia Xl. Partiamo dalla serie 8 Gran Coupé a quattro porte. La nuova ammiraglia sportiva bavarese si presenta con una linea in cui si coniugano tratti eleganti e atletici evoluti da quelli proposto dalle serie 8 coupé e cabrio, ha una silhouette slanciata e un abitacolo configurato 4+1.

È proposta nelle versioni turbodiesel 840d da 320 cv e benzina 840i da 340 cv e M8501 con un motore V8 con 530 cv. A chi giudicasse insufficiente tanto “bendidio” la casa bavarese dedica le M8 coupé e cabrio in due declinazioni: una, per così dire, light da 600 cv e la Competition il cui V8 sprigiona 625 cavalli.

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...