RIVOLUZIONE ELETTRICA

Bmw e Daimler verso l'alleanza su tecnologie, piattaforme e componenti

di Corrado Canali

2' di lettura

Bmw e Daimler stanno pensando a un'alleanza di industriale di vasta portata che vada oltre al patto sul car sharing di questi giorni per fondere i rispettivi Drive Now e Car2Go, ma addirittura pensano a una partnership su tecnologie piattaforme e componenti chiave. I due simboli dell'auto premium tedesca stanno valutando la possibilità di unire le forze per la produzione congiunta di componenti automobilistici, per la condivisione di piattaforme e lo sviluppo congiunto di tecnologie per la guida autonoma: tutte iniziative che, oltre a rafforzare la partnership fra i due gruppi, rappresentano una risposta ai negoziati in corso tra Volkswagen e Ford per lo sviluppo e la produzione congiunti di veicoli commerciali e tecnologie per la guida autonoma.

Le due aziende stanno prendendo in considerazione la possibilità di dare vita a una joint venture che abbia come obiettivo quello di assicurare la massima libertà ai clienti nell'ambito della mobilità urbana. L'idea è quella di offrire la soluzione di mobilità in città più attraente e completa. Ciò avverrà Ciò avverrà attraverso un ecosistema connesso e sostenibile che combinerà Car Sharing, Ride Hailing, Parking, Charging e Multimodality. La collaborazione inoltre potrebbe essere estesa anche alla guida autonoma. Né Daimler né Bmw hanno rilasciato commenti ufficiali. Le soluzioni di mobilità on demand includeranno il car sharing, il noleggio di biciclette, i taxi e il trasporto pubblico, con una piattaforma che consentirà anche il trasporto privato urbano, compresa la fornitura di automobili come servizio. Nel frattempo, Car2Go e DriveNow attualmente gestiscono 20.000 veicoli in 30 grandi città internazionali e l'idea è quella di contribuire a ridurre il numero totale di veicoli nelle aree urbane. Con i servizi di ride-ride, BMW e Daimler cercheranno anche di ridurre il traffico all'interno della città consentendo agli utenti di condividere un taxi con un semplice tocco tramite MyTaxi, Chauffeur Prive, Clever Taxi e Beat.

Loading...

Quest'ultimo attualmente opera solo in Sud America, mentre gli altri servizi sono disponibili esclusivamente in Europa. Per quanto riguarda i servizi di parcheggio e ricarica, si concentreranno principalmente sulla facilità di accesso per i clienti europei e nordamericani. Unire le forze nel settore della tecnologia automobilistica potrebbe, oltre ad abbassare i costi, incrementare unito le rispettive piattaforme di car sharing Car2Go e DriveNow - un accordo che ha ricevuto l'approvazione regolamentare negli Stati Uniti lo scorso mercoledì.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti