ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTest drive

Bmw con i7 risolve la difficile equazione dell’ammiraglia di lusso a zero emissioni

La prima Serie 7 elettrica riesce a offrire un mix di tecnologia, comfort da lounge, alte prestazioni e guida automatizzata. L’autonomia di circa 600 km è ottenuta con un grande batteria da 100 kWh , motori efficienti e tanto lavoro sul software di gestione

di Mario Cianflone

Effetto wow. La linea della i7 è monolitica. Spicca la calandra a doppio rene e i doppi fari anteriori. Prestazoni elevate si abbinano a consumi contenuti. La plancia digitale è ipermoderna. La i7 è una vettura che va vissuta, in tutta la sua opulenza tecnologica, dai sedili posteriori: ci sono schermi anche nei braccioli delle porte che sembrano smartphone dai quali gestire un'infinità di funzioni e persino la Amazon Fire Tv

3' di lettura

La storica sfida delle super ammiraglie, nell’era della transizione energetica, si è spostata sul fronte della trazione elettrica. E così la nuova mega berlina Bmw i7, versione a ioni di litio della settima generazione di Serie 7 ha nel mirino Mercedes Eqs e, soprattutto l’anzianotta ma sempre valida Tesla Model S.

Bmw i7 è un concentrato di tecnologie con display a Lcd a profusione e raffinatezze “sostenibili” come gli interni in cachemire e il tutto è espresso in uno stile originale e per certi versi divisivo. La i7, salvo qualche dettaglio, è indistinguibile dalle sorelle termichd. La linea è monolitica. Spicca la gigantesca calandra “doppio rene” e i gruppi ottici anteriori sono doppi. La vettura è enorme: lunga 5,39 e e larga 1,95 metri e alta 1,54 metri. E, contrariamente al passato è offerta in un’unica taglia XXL con un passo smisurato: bene 3,215 metri. E questo permette di avere spazio da business jet per i posti posteriori sontuosamente arredati e corredati (di serie o a pagamento) con soluzioni mai viste prime come il gigantesco display «Theatre Screen» da 31,3” (6.000 euro) con risoluzione 8K. che fuoriesce dal padiglione e trasforma la zona posteriore dell’abitacolo in una sala cinematografica con i film in streaming della piattaforma Amazon Fire Tv.

Loading...

Bmw ha voluto stupire con la tecnologia per l’assistenza alla guida (Adas di livello 3) mentre in plancia ritroviamo il nuovo System 8 che si basa su un widescreen curvilineo composto da un display da 12,3” della strumentazione con realtà aumentata e da quello da 14,9” dell’infotainment che integra Android Auto e Apple Car Play. L’interfaccia utente è piacevole esteticamente ma l’ergonomia impone un periodo di apprendistato poiché, a parte la reinventata manopola dell’iDrive e pochi pulsanti nelle sue vicinanze, non ci sono comandi fisici, ma solo touch, poco pratico quando si guida.

Abbiamo provato l’ammiraglia a ioni di litio sulle ampie e poco trafficate strade della California tra Palm Springs e il deserto di Joshua tree, un luogo alieno per una vettura elettrica, ma con la Bmw non si soffre di range anxiety e non c’è il rischio di rimanere con le “pile” scariche. La Bmw i7 xDrive60 (questa la denominazione) vanta una batteria da 101,7 kWh che assicura un’autonomia teorica (Wltp) tra 591 e 625 km grazie anche un’efficienza molto elevata, ottenuta con un’alchimia di software, hardware ed elettromotori e questo vuol dire consumi ridotti nonostante la massa di circa 2.700 kg. Infatti, all’atto pratico la grossa Bmw ha messo in mostra dati di consumo di ottimo livello in relazione al tipo di vettura. La i7 ha fatto registrare, sul computer di bordo, 4,5 km/kWh. E questo equivale a circa 22 kWh/100 km, un valore non molto distante dal dato dichiarato ( 19,6 e 18,9 kWh/100 km Wltp). Oltretutto abbiamo guidato senza curarci dei consumi e ricorrendo spesso modalità Sport Boost per accelerazioni fulminee e una spinta che incolla ai sedili , il tutto arricchito da piacevole sound artificiali creato dal musicista Hans Zimmer ’

A muovere la e-berlina bavarese ci pensano 2 motori elettrici per un totale 544 cavalli e 745 Nm. All’anteriore un’unità da 258 cavalli e al posteriore una da 313 cavalli. Per la ricarica si può usare colonnina fast in DC fino da 195 kW è arrivare all’80% (partendo dal 10%) in 34 minuti. Se si usa un wallbox da 11 kW, ci vogliono 9 ore.

La Bmw i7 risolve bene l’equazione «ammiraglia = auto elettrica». Dimostra, infatti, che una superberlina può essere, anzi è meglio che lo sia, full electric. Massima silenziosità, confort assoluto e poi, si sa che nel mondo del luxury, le zero emissioni sono un obbligo un po’ chic e tanto radical.

I prezzi partono da 146mila euro, ma con pacchetti di allestimento e chicche come l’impianto stereo B&W (pazzesco), vernici speciali come la Black Sapphire da 12.400, il conto sale vertiginosamente.

BMW I7 XDRIVE60
Tipologia motori: eESM
Potenza tot: 400 kW (544 cv)
Coppia di sistema: 745 Nm
Motore anteriore: 258 cv
Motore posteriore: 313 cv. C
Batteria: 101,7 kWh
Autonomia: 590-625 km
Consumi: 19,7 - 18,9 kWh/100 km
Ricarica DC: max 195 kW
Tempo ricarica: dal 10 all'80% in 34 minuti
Trazione: integrale
Velocità max: 240 km/h
Acc. 0-100 Km/h: 4,7 secondi
Adas: livello 3 (in alcuni Paesi)
Connettività: Android Auto Car Play, banda larga a bordo
Lunghezza: 5.391 mm
Larghezza: 1.950 metri
Altezza: 1.544 mm
Passo: 3.215 mm
Bagagliaio: 500 litri
Prezzo: da146mila euro

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti