Mercato e Industria

Bmw X5, la prima Sports Activity Vehicle giunge alla quarta generazione

4' di lettura

Forte di vendite superiori ai 2,1 milioni di unità (oltre 64mila vendute in Italia) dal lancio della prima X5 nel 1999, Bmw si appresta a scrivere un nuovo capitolo nella storia del fortunato SAV introducendo la quarta generazione. La nuova X5 mantiene la sua peculiare caratteristica di 4x4 di lusso, aggiornandosi nelle forme, nel design e nelle esclusive dotazioni. La griglia anteriore del radiatore è evoluta a caratterizzare il nuovo volto Bmw occupando buona parte del frontale, mentre le nuove linee laterali contribuiscono all'aspetto dinamico pur con le stesse proporzioni. Il posteriore rivisitato mostra ancora meglio rispetto alle serie precedenti tutta la robustezza della nuova X5. All'interno spiccano la qualità dei materiali utilizzati e la ricercatezza delle soluzioni come i portabevande climatizzati, i sedili massaggianti e a loro volta climatizzati, le due prese USBc posteriori e i monitor touch previsti come optional per i passeggeri posteriori.

Alcune fra le nuove soluzioni introdotte dalla X5 sono puramente stilistiche e d'effetto: ne sono un esempio il cielo stellato integrato nel tetto in cristallo o il sistema di accoglienza a bordo con l'auto che chiama per nome il conducente quando entra nell'abitacolo e gli mostra sul display la rappresentazione della vettura nell'esatto colore e allestimento scelto. Rispetto alla generazione precedente, questa nuova X5 è cresciuta di 36 mm in lunghezza e 42 mm nel passo (ora è lunga 4.922 mm, larga 2.004 mm e alta 1.745 mm) a tutto vantaggio di abitabilità e capacità del bagagliaio: da 650 a 1.870 litri reclinando i sedili posteriori. Prevista anche la possibilità opzionale di una terza fila di sedili per un totale di 7 posti.

Loading...

L'apertura e chiusura del portellone bipartito è elettrica. Nuovo tastierino sulle razze del volante che prevedono un unico tasto per attivare sia l'Active Cruise Control sia l'Active Lane Keeping con anche dei Led integrati nelle razze per capire se il sistema è operativo (guida autonoma livello 2). Per la prima volta la X5 può essere dotata delle sospensioni pneumatiche su entrambi gli assi che, abbinate al pacchetto Offroad, permettono di affrontare percorsi impegnativi selezionando le diverse modalità di guida a seconda del fondo stradale: sabbia, roccia, neve e sterrato. Disponibili anche l'Active Steering, le sospensioni M attive con sistema di stabilizzazione del rollio e il differenziale autobloccante a slittamento limitato. A listino è presente pure un differenziale specifico per l'offroad, in abbinamento al relativo pacchetto che prevede anche una protezione sottoscocca.

Sono 8 in tutto le possibili combinazioni dei diversi sistemi dinamici. In fase di personalizzazione della propria X5 il cliente può scegliere tra tre allestimenti: base, xLine ed M Sport che caratterizzano esteticamente la vettura con un orientamento più off-road piuttosto che on-road.
I sistemi avanzati di ausilio alla guida introducono la nuova X5 ad un livello 2 di guida autonoma e prevedono fra gli altri l'Active Cruise Control e l'Active Lane Keeping con Traffic Jam Assist automatico.
Oltre al parcheggio automatico, la X5 consente anche l'uscita autonoma dal parcheggio e mantiene persino la memoria degli ultimi 50 metri percorsi a velocità inferiori a 35 km/h: se ci si infila in un “budello” si può delegare all'auto la manovra di retromarcia automatica senza rischiare le fiancate. La strumentazione è completamente digitale, gestita dal nuovo sistema operativo Bmw 7.0 che controlla il cruscotto e il touch screen da 12”5 personalizzabili in vari modi e che consentono di gestire fino a 4 aree attive su più pagine. A bordo del nuovo SAV sono ora stati introdotti anche Microsoft Office 365 ed il servizio concierge disponibile h24 sette giorni su sette. Sempre in tema di digitalizzazione, la X5 è sempre più legata all'utente attraverso i diversi profili che possono essere creati sulla nuvola tramite il Bmw ConnectedDrive e può essere gestita tramite la Digital Key (al momento disponibile solo su Android) che permette l'apertura e l'avviamento del motore con lo smartphone.

L'aggiornamento del software avviene in modalità OTA (over the air, via etere) che, per la prima volta, include anche quello del sistema operativo della vettura. Al lancio la X5 prevede 2 motorizzazioni Diesel e 2 benzina. La xDrive40i monta un 6 cilindri in linea di 3 litri da 340 CV e 450 Nm di coppia, mentre la xDrive50i (che non sarà per ora disponibile in Europa) monta un V8 da 4.395 cc capace di 462 CV e 650 Nm di coppia. Le più richieste in Italia saranno comunque le versioni Diesel, entrambe 3 litri 6 cilindri: l'xDrive30d da 265 CV e 620 Nm di coppia e la M50d da 400 CV e 760 Nm di coppia. Tutte le versioni sono abbinate al cambio automatico a 8 rapporti Steptronic di serie. C'è anche una M Performances M50d con 4 ruote sterzanti e sospensioni appositamente tarate per una guida dinamica. I prezzi partono da 72.900 euro per la X5 xDrive 30d. Weekend di lancio in Italia il 24 novembre.

by Autolink

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti