MEGA SUV

Bmw X7, abbiamo provato l'ammiraglia a ruote alte

di Cesare Cappa

2' di lettura

Houston (Texas) – L'ambientazione a Stelle e Strisce, i lunghi rettilinei e una scenografia fatta quasi esclusivamente di truck, sono il contesto ideale per muovere i primi passi a bordo di nuova Bmw X7. Il maxi Suv del Gruppo bavarese debutta sulle strade di casa, essendo costruito negli stabilimenti di Spartanburg in Sud Carolina (quindi Stati Uniti). E poi il mercato nordamericano è quello che brama, così come quello cinese. Gli unici, forse, in grado di digerire in toto il pregio di un'auto come questa. Sia in termini di dimensioni – la Bmw X7 è lunga 5.151 millimetri, larga 2.000, alta 1.805 e ha un passo di 3.105 millimetri – sia di costi, dato che il prezzo di attacco (in Italia) è intorno ai 94.900 euro.

Bmw X7, ammiraglia a ruote alte

Bmw X7, ammiraglia a ruote alte

Photogallery26 foto

Visualizza

Un'autorevolezza che deriva da tutta una serie di tecnologie destinate ad amplificare il comfort, ma soprattutto il livello di automazione disponibile. Soprattutto se il primo test avviene negli Stati Uniti, in cui la giurisprudenza relativamente all'autonomous driving è differente. La X7 è classificata come livello 2, che da queste parti significa non adoperare le mani sul volante nella guida in colonna. Una telecamera posta nel quadro strumenti scansiona il vostro sguardo e, fintanto gli occhi siano rivolti verso la strada difronte l'auto, la X7 si muoverà da sola. Ma basta spostare la testa per un attimo, perché il sistema si disattivi. In Europa è invece necessario mantenere le mani sul volante.

Loading...

La sezione infotainment di Bmw X7 prende spunto dal recente sistema operativo 7.0. Il quadro strumenti digitale da 12,3 pollici ha la stessa diagonale di quello touch che sovrasta al centro la plancia. Comandi gestuali e rotella iDrive concorrono alla gestione del sistema, così come quelli vocali. Quest'ultimi, resi sempre più colloquiali, possono essere attivati semplicemente affermando la breve frase “Hey, Bmw!”. Un modus operandi che però può essere personalizzato secondo le richieste dell'utente.

A bordo tutte e tre le file di sedili sono equipaggiate con porte Usb (in taluni casi pure del tipo C), così che ciascuno dei potenziali 7 occupanti abbia definito il proprio spazio multimediale. Volendo è possibile configurare l'abitacolo nel modo a sei posti. La capacità del vano di carico varia da un minimo di 326 litri, fino ad un massimo di 2120. Utili le regolazioni elettriche di tutti i sedili.

In un contesto ambientale come quello che ci ha fornito il Texas, solo il comfort ha visto eccellere la Bmw X7. Pochissime curve e infiniti rettilinei. La presenza di serie delle sospensioni pneumatiche è una garanzia, ma volendo si può corredare l'auto di barre antirollio attive, differenziale M Sport, ma soprattutto delle quattro ruote sterzanti.

Sistemi che avvantaggiano una serie di motorizzazioni decisamente prestanti. In Europa non arriverà il V8 a benzina, ma sarà presente il 6 cilindri in linea della 40i. Un tre litri capace di 340 cavalli e 450 Nm di coppia motrice. Altrimenti largo ai diesel. Oltre alla sportiva Bmw X7 M50d – sei cilindri, tre litri, 400 cavalli di potenza – a listino ci sarà la più sobria 30d da 265 cavalli. E sebbene si tratti di un'auto di lusso, è giusto sottolineare che siamo nel campo dell'ecotassa.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti