AZIENDE E TRUMP

Boeing e quei 100mila posti che potrebbe creare grazie all’Iran

Afp

1' di lettura

Lo scorso dicembre Iran Air, la compagnia di bandiera iraniana, ha siglato un accordo da 16,6 miliardi di dollari con Boeing per la fornitura di 80 aerei passeggeri. Lo riferisce la stampa. Il contratto decennale, la maggiore commessa da 37 anni che per Boeing potrebbe portare 100mila posti di lavoro in più per l'industria aerospaziale americana, prevede l'acquisto di 50 Boeing 737 e 30 Boeing 777, prima consegna per il 2018. Si tratta del primo accordo dalla rivoluzione islamica, che arriva dopo la fine delle sanzioni seguita all'accordo sul nucleare.

L'intesa, scrive ancora Bloomberg, è arrivata a poche settimane dall'insediamento del nuovo governo Trump, che già ha criticato l'accordo sul nucleare con l'Iran. Il congresso Usa, tra l'altro, sta esaminando un disegno di legge per bloccare la vendita di aerei commerciali all'Iran (sul quale però l'amministrazione Obama aveva promesso di porre il veto), il che potrebbe impedire al Tesoro di rilasciare le licenze necessarie alle banche per il finanziamento della commessa di Boeing.

Loading...

Oggi l’annuncio di nuove sanzioni all’Iran e soprattutto i toni sempre più duri di Donald Trump contro Teheran dopo il lancio di un missile balistico gettano ombre su questo importante accordo che avrebbe un forte impatto positivo sull’occupazione. Nonostante lo slogal del neo-president: «America first».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti