le mosse della compagnia

Boeing, ecco come cambia la sicurezza per evitare altre tragedie

di Marco Valsania


Usa, atterraggio d'emergenza per Boeing Max 8

4' di lettura

New York - Boeing e authority federali dell’aviazione civile americana hanno illustrato e promesso cambiamenti in arrivo dopo le recenti tragedie dei cieli. «Stiamo lavorando con clienti e autorità di regolamentazione nel mondo per restituire fiducia nella nostra industria e per riaffermare il nostro impegno a favore della sicurezza». Così il vicedirettore generale di Boeing Mike Sinnett ha presentato ufficialmente i dettagli dei cambiamenti al velivolo 737 MAX in risposta ai due disastri aerei in cinque mesi avvenuti in Indonesia e Etiopia e costati al vita a oltre 300 persone. Disastri che hanno coinvolto il nuovo gioiello della flotta dell’azienda.

GUARDA IL VIDEO / Usa, atterraggio d'emergenza per Boeing Max 8

Le modifiche, anzitutto al software di pilotaggio automatico Mcas sospettato di esserne responsabile e al training dei piloti, sono state sottoposte a test e accolte positivamente dai mercati, che hanno spinto il titolo dell’azienda in rialzo dell’1% al termine della seduta di ieri a Wall Street. Ma devono essere ancora certificate e approvate sia dalla Federal Aviation Administration americana (FAA) che dalle authority internazionali prima che i velivoli possano davvero tornare nei cieli, un processo che dovrebbe richiedere ancora settimane. La consegna finale delle modifiche ideate da Boeing alle authority Usa avverrà entro domenica.

Svolte sono state intanto promesse dal Dipartimento dei Trasporti e dalla FAA, a sua volta nella bufera per avere in precedenza approvato il 737 MAX. Parlando durante audizioni al Congresso, l’ispettore generale del Ministero Calvin Scovell III ha indicato una significativa revisione delle pratiche di supervisione dello sviluppo di velivoli. In particolare, pur senza offrire particolari, ha affermato che il cambiamento riguarderà le modalità di valutazione dell’addestramento dei piloti e dell’auto-certificazione consentita finora alle società aerospaziali. Questo sistema permette alle aziende di scegliere i propri dipendenti per condurre i test e i controlli necessari a ottenere l’approvazione sulla sicurezza dei velivoli pur sotto la vigilanza della FAA.

Il Segretario ai Trasporti Elaine Chao ha aggiunto che «è preoccupante» che alcune tecnologie di sicurezza - in particolare un sitema di allarme sul malfunzionamento dello Mcas, fossero solo a disposizione come opzioni sui velivoli al centro delle tragedie. Il governo americano ha aperto un’inchiesta penale sui casi legati al 737 e sono scattate denunce di parti lese. Chao questa settimana ha creato una speciale commissione ministeriale per fornire consulenza indipendente sul procedimento di certificazione degli aerei quando di tratta della sicurezza.

GUARDA IL VIDEO / Boeing ha sviluppato nuovo software per 737

Le audizioni parlamentari hanno anche messo in evidenza le forti polemiche che si sono scatenate sulle authority federali oltre che sulla Boeing e hanno fatto capire portare a nuove leggi in grado di sancire riforme dell’intero sistema di controlli e verifiche nell’aviazione. «È come mettere la volpe a guardia del pollaio», ha dichiarato il senatore democratico del Connecticut Sidney Blumenthal del meccanismo oggi in vigore. «Il fatto è che la FAA ha deciso di trattare la sicurezza coma qualcosa dove spendere poco, il che non è affatto sicuro». Il senatore si è impegnato a presentare una nuova legislazione. Il collega repubblicano del Texas Ted Cruz ha incalzato che «gli stretti rapporti tra le aziende e i regulators» rischiano oggi di erodere la fiducia del pubblico.

La autorità americane e Boeing si sono però anche difese strenuamente dalla prospettive di sostanziali riforme del sistema. Il direttore a interim della FAA, Daniel Elwell, ha affermato che la strategia di collaborazione tra autorità e industria ha «consistentemente prodotto velivoli sicuri per decenni». E stimato che una svolta richiederebbe risorse per 1,8 miliardi di dollari l’anno e l’assunzione di diecimila nuovi dipendenti. Boeing ha da parte sua sostenuto che il sistema con il quale progetta e testa i velivoli non ha bisogno di essere re-immaginato. «Il 737 è un aereo sicuro costruito su una lunga tradizione di sicurezza durata 50 anni», ha detto il vice-direttore Sinnett.

Più in dettaglio, le modifiche adesso annunciate dall’azienda, davanti a 200 tra piloti e funzionari del settore nella sua sede, riguardano quattro aspetti: il Maneuvering Characteristics Augmentation System, o Mcas, cioè il sistema di controllo di volo automatico, che riceverà dati da entrambi i sensori sul cosiddetto “angolo di attacco”, di fatto l’inclinazione del velivolo in fasi quali il decollo, invece cha da uno solo. Poi in caso di dati discordanti di oltre 5,5 gradi in arrivo dai due sensori, il sistema verrà disabilitato e non correggerà più la traiettoria forzando l’aereo a puntare verso il basso, il dramma che si sarebbe consumato in Indonesia e Etiopia. Verrà introdotto come standard un indicatore, un allarme per informare i piloti di eventuali conflitti tra sensori. Infine ci saranno maggiori requisiti di addestramento per i piloti dei 737 sul funzionamento dei sistemi Mcas e su come “staccarlo” in caso di problemi.

Lo Mcas è stato messo a punto e introdotto sui nuovi 737 MAX perché il velivolo è dotato di due motori più grandi e potenti rispetto a precedenti modelli, tanto da modificato l’assetto di volo del velivolo. L’adozione di questi motori era avvenuta in risposta alla concorrenza della rivale europea Airbus, che aveva sviluppato una versione più efficiente del suo aereo A320. Boeing ha deciso di accelerare il lancio del suo nuovo modello decidendo, per rapidità, di non produrre una versione interamente nuova del 737 ma di limitarsi ai nuovi motori. Una fretta e una aggressività ora finite sotto accusa e che probabilmente lo rimarranno anche dopo i nuovi annunci.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...